Connettiti con noi

News

Wwe: Smackdown del 29/05/2020

Edoardo Massetti

Pubblicata

su

La puntata di Smackdown di questa settimana inizia con un colpo di scena, nel parcheggio del Performance Center viene trovato a terra privo di sensi, Elias, e c’è una macchina semi distrutta addosso ad un albero.

Nel parasole della macchina c’è un documento che attesta che è una macchina noleggiata da Jeff Hardy, Jeff viene trovato poco dopo dietro ad un cespuglio, apparentemente ubriaco, è stata trovata una bottiglia di whisky in auto, e viene arrestato.

Elias e Jeff avrebbero dovuto affrontare rispettivamente Aj Styles e Daniel Bryan per andare in finale al torneo per il titolo Intercontinentale.

Nel backstage c’è una sorta di discussione tra l’intero roster per chi dovrebbe prendere il posto di sbarda rd Elias, Bryan dice di voler dare una possibilità a qualcuno ma che tutti la meritano, mentre Styles dice di non voler dare nessuna possibilità approfittandone e andando direttamente in finale.

Viene indetta una Battle Royal, chi vince andrà contro Daniel Bryan in semifinale e chi vincerà andrà a sua volta in finale contro Aj Styles.

Inizia la Battle Royal, con molto equilibrio finché King Corbin elimina Lince Dorado e subito dopo Drew Gulak, passa poco e ancora Corbin fa fuori anche Gran Metalik, sempre il Re inganna l’ex amico Ziggler dandogli la mano in segno di alleanza ma usandola poi come leva per eliminarlo a sorpresa.

Corbin poi però ingenuamente si mette a discutere a distanza proprio come Ziggler e viene eliminato da Jay Uso; rimangono quindi Cesaro, Nakamura, Sheamus, Jay Uso e Shorty G.

Il piccolo Shorty G riesce ad eliminare a sorpresa Cesaro e subito dopo l’amico Nakamura, il giapponese a sua volta distrae Shorty che viene eliminato per una svista arbitrale dal già eliminato Cesaro.

Rimangono Sheamus e Jay Uso, con l’irlandese che riesce ad avere la meglio grazie ad un Brogue Kick sul bordo ring, Sheamus affronterà quindi stasera stessa Daniel Bryan.

La telecamera inquadra nel backstage Sonya Deville che parla di Lacey Evans, sua prossima avversaria, dicendo che metterà a tacere l’ennesima Barbie bionda dopo Mandy Rose.

L’incontro inizia e dopo un po’ di prese in giro e prove di bravura l’una nel campo dell’altra finisce per doppio conteggio fuori quindi in parità.

È il momento del “A Moment Of Bliss” con ospiti Big E e Kofi Kingston, ma intervengono Sasha Banks e la campionessa Bayley con quest’ultima che accende la sfida tra la Bliss e la Banks, istituendi un match subito tra le due.

Il match è molto bello e di intensità con qualche furbata della Banks, alla fine è proprio la Boss ad avere la meglio grazie all’aiuto di Bayley che fa carambolare Nikki Cross addosso all’amica Alexa Bliss.

Ora c’è Shorty G contro Cesaro per regolare i conti dopo la Battle Royal, parte fortissimo Shorty che mette in seria difficoltà per buona parte del match lo svizzero, che quasi nel finale prova a reagire ma alla fine Shorty G con una magia ribalta il rosso crociato e con un Sunset Flip lo mette a terra e porta a casa l’incontro.

Kurt Angle annuncia che il prossimo lottatore che si unirà molto presto a Smackdown sarà Matt Riddle in arrivo da Nxt.

È arrivato il momento del Main Event tra Sheamus e Daniel Bryan, parte bene quest’ultimo ma l’irlandese comincia a metterla sul fisico e riesce a reagire a tono.

L’europeo ci prova con la White Noise ma Bryan ne esce in tempo e riprende per un attimo le redini dell’incontro finché però Sheamus lo stende con un doppio braccio teso, Sheamus prepara il Brogue Kick ma torna Jeff Hardy a distrarlo, Daniel Bryan lo stende e vince, Hardy quindi sale sul ring e comincia a malmenare l’irlandese che riesce poi a scappare.

Continua A Leggere

Calcio Femminile

Serie A F: Vincono Fiorentina Juventus e Milan

Avatar

Pubblicata

su

La Domenica di Serie A testimonia il gran momento di forma di Juventus, Milan e Fiorentina. Impegnate rispettivamente con Hellas Verona e Florentia la capolista e l’inseguitrice dominano le loro avversarie. Le bianconere stendono per 5 reti a 0 le gialloblu, mentre le rossonere passano per 2 reti a 1. Il match nelle mura nerazzurre dell’Inter termina per 2 gol a 3.

INTERFIORENTINA. L’Inter vuole riavvicinarsi alla Roma ma soprattutto allontanarsi dalle parti medio-basse della classifica. Le viola sono determinate a continuare la striscia positiva. Le nerazzurre partono subito bene. Il gol del vantaggio è segnato nella primissima azione da Marinelli al primissimo minuto. Il match è molto combattuto e le due squadre mantengono un ritmo-partita sostenuto. Il gol del pareggio arriva dai piedi di Adani alla mezzora. Nel secondo tempo la Fiorentina si porta in vantaggio con Sabatino su calcio di rigore ma le nerazzurre non si arrendono e Tarenzi al 78esimo minuto acciuffa il momentaneo pareggio. Ci pensa Middag agli sgoccioli a regalare tre punti agli ospiti.

JUVENTUSHELLAS VERONA. Le campionesse in carica dominano il match dilagando per 5 reti a 0. Hurtig è la prima a gonfiare la rete gialloblu. Pedersen raddoppia e Girelli sigla il 3-0 su calcio di rigore. Bonansea da cross raccoglie la palla in aria e da due passi non sbaglia. La Juventus impiega 37 minuti per calare il poker. Nella seconda frazione di gioco Zamanian con un tiro dal limite gonfia la rete sotto gli incroci. Nulla da fare per l’Hellas.

FLORENTIAMILAN. Il Milan per rimanere sulla scia bianconera ha il dovere di portare a casa una vittoria. Ci pensa Giacinti con una doppietta. Le toscane sullo 0-1 riacciuffano il momentaneo pareggio con Anghileri.

FOCUS LAZIO: le biancocelesti hanno come obiettivo la promozione in A per la prossima stagione. Il presidente Claudio Lotito ha rafforzato la squadra con due innesti. Si tratta di Camilla Labate ex Sassuolo e Roma e Corinna Luijks proveniente dallo Zulte Waregem. La formazione di Seleman è l’unica ancora imbattuta nella Serie B grazie anche alle reti di Martin ma la partita odierna contro il Pontedera termina in parità. In classifica la Lazio occupa la terza posizione con 21 punti a soli 5 lunghezze dal primo posto occupato dal Pomigliano.

CLASSIFICA SERIE A RITORNO PRIMA GIORNATA

JUVENTUS 36

MILAN 33

SASSUOLO 25

EMPOLI LADIES 20

FIORENTINA 20

ROMA 19

FLORENTIA 16

INTER 14

HELLAS VERONA 10

SAN MARINO 8

NAPOLI 4

PINK BARI 3

Continua A Leggere

Calcio

La Sampdoria supera il Parma

Avatar

Pubblicata

su

Ranieri si conferma come allenatore buono per tutte le stagioni, con la sua Sampdoria riesce a portare a casa l’ennesimo risultato positivo in una stagione tutt’altro che negativa, purtroppo però questo discorso non si può fare per il Parma che anche se con un nuovo allenatore, continua la serie di risultati negativi che continuano a stringerla a fondo classifica, condannandola sempre più alla retrocessione in serie b.

La Sampdoria domina il gioco e conclude il Match nel primo tempo

Nel primo tempo la partita è sicuramente vissuta, con un possesso palla che non si muove dalla linea della parità il Parma cerca a tutti i costi di portare a casa il risultato che potrebbe aiutarla a tenere viva la classifica, dal canto suo la Sampdoria ha sicuramente fame di risultati e di continuare la sua serie che quest’anno gli ha permesso di essere esattamente a metà classifica, un risultato importante per una squadra operaia che ha sicuramente dalla sua calciatori d’esperienza e giovani promettenti.

Nel primo tempo arrivano i primi due gol del match, al 25′ infatti è Maya Yoshida a realizzare il gol che apre il tabellino con un sinistro che affossa la porta di Sepe, portando avanti cosi la Sampdoria.

Non passano 10 minuti che è Keita a siglare il gol del 2 a 0, assist di Ramirez che appoggia in aria il pallone e permette a Keita di infilare la porta di Sepe con un sinistro netto e preciso.

Il primo tempo si chiude cosi tra qualche occasione mancata e un Parma che tenta a tutti i costi di riaprire la partita per riuscire a strappare anche un solo punto ma importantissimo.

Nel secondo tempo della partita, il Parma prova l’assalto ma molte azioni si stampano contro la difesa di Ranieri che riesce ad assorbire tutte le azioni offensive da parte della squadra di Mister D’Aversa.

Nel finale, segnaliamo l’arrembaggio del Parma che cerca in tutti i modi di passare la porta di Audero ma senza successo, chiudendo cosi il Match sullo 2 a 0 per la squadra Doriana.

Pagelle

Keita 7: Sicuramente uno dei migliori della sua squadra, si batte e trova anche il gol nel primo tempo, classe e forza gli consentono di fare un match quasi perfetto.

Sepe 6,5: Incassa due gol ma sicuramente ne sventa altrettanti, incolpevole sui gol, prova in tutti i modi a non far peggiorare la situazione.

Kucka 6,5: Ci crede, continua a combattere per provare a portare a casa il risultato ma il tabellino e la sfortuna questa volta non gli consentono di modificare il risultato della partita.

IL Tabellino di Parma Sampdoria

Parma-Sampdoria 0-2

Parma (4-3-3): Sepe 6,5; Conti 6, Iacoponi 5, Gagliolo 5,5, Pezzella 6,5 (41′ st Ricci sv); Grassi 5,5 (21′ st Brugman 6), Hernani 4,5 (1′ st Karamoh 5 (35′ st Mihaila sv)), Kurtic 6; Kucka 6,5, Cornelius 5, Gervinho 5,5.
Allenatore: D’Aversa 5,5

Sampdoria (4-3-1-2): Audero 6,5; Bereszynski 6, Yoshida 6,5, Colley 6,5, Augello 6,5; Candreva 6,5 (37′ st Jankto sv), Silva 7 (37′ st Ekdal sv), Thorsby 6; Ramirez 6,5 (25′ st Verre 6,5); Keita 7 (13′ st Damsgaard 6,5) , Quagliarella 6 (25′ st Torregrossa 6).

Allenatore: Ranieri 6,5
Arbitro: Manganiello
Marcatori: 25′ Yoshida (S), 34′ Keita (S)
Ammoniti: Kucka (P), Keita (S)
Espulsi: –

Continua A Leggere

News

Atp Cup 2021: L’Italia trova Austria e Francia

Avatar

Pubblicata

su

Nella notte italiana si è svolto il sorteggio dell’ATP Cup 2021, che si disputerà dal 1 al 5 Febbraio in Australia.

L’Italia è inserita nel gruppo C insieme ad Austria e Francia. Abbiamo, quindi, evitato le tre favorite: Spagna, Serbia e Russia.

I convocati azzurri sono Berrettini, Fognini, Bolelli e Vavassori. Indubbiamente, l’Austria con Dominic Thiem ha il giocatore più forte del girone, pecca invece nei compagni di squadra. Il numero 2 austriaco è Novak, numero 99 nel ranking ATP.

Complessivamente la Francia sembra essere la nazionale favorita del girone, considerando il doppio di altissimo livello.

In caso di passaggio del turno l’Italia incontrerà la vincente del gruppo B, quello della Spagna di Nadal.

Continua A Leggere

Post In Tendenza