Wwe: Raw del 07/09/2020

La puntata di Raw inizia con l’annuncio che il campione Drew McIntyre, nonostante l’ufficialità del suo match titolato a Clash of Champions contro Randy Orton, non recupererà dall’infortunio per quella data.

Entra Orton che dice che ha superato tantissimi ostacoli per avere questa opportunità, tra cui Owens, Lee e Rollins e che se il campione non può difendere la cintura deve andare a lui di diritto.

Si sente un’ambulanza e alla guida c’è proprio McIntyre, entra sul ring, rifila una Claymore su Orton poi gli arbitri devono dividerli, mentre se ne va nel backstage lo scozzese viene fermato da Adam Pearce che gli dice che non è pronto, McIntyre però risponde che Orton ha cercato di terminare la sua carriera e quindi che lo batterà anche con la testa fratturata.

È il momento della Hurt Business contro Apollo Crews, Ricochet e Cedric Alexander, il match non dura molto perché i primi dominano fin da subito attaccando alle spalle Alexander, poi nel momento migliore di Crews e compagni, lo stesso Alexander attacca prima Ricochet e poi Crews dando la possibilità a Shelton Benjamin di chiudere l’incontro.

Dura poco anche il Tag Team Match tra i campioni, gli Street Profit, ed Andrade e Angel Garza, con Ford che chiude su Garza, distratto da un litigio con la manager Zelina Vega, il messicano dopo aver perso scappa dal ring.

Arrivano a sorpresa i campioni Tag Team di Smackdown, Cesaro e Nakamura che sfidano gli Street Profit ad un match Champions vs Champions a Clash of Champions, Dawkins e Ford rispondono per le rime ma accettano la sfida.

Siamo al ristorante R-Truth fa un’ordinazione ma arriva Tozawa con un ninja, prova a strappare la cintura di campione 24/7 a Truth che però riesce a difenderla e scappare.

È il momento della sfida tra amiche, Peyton Royce contro Billie Kay, ha la meglio la prima in un match che dura poco e denota quanto la Kay non sia ancora pronta a combattere ad alti livelli, poi a fine match la Royce aiuta l’amica a rialzarsi denotando comunque che ancora c’è un buon rapporto.

Tag Team Match femminile, Asuka e Mickie James da una parte, Lana e Natalya dall’altra, in un incontro che non dura molto, la spunta la nipponica e la veterana, con la James che butta fuori dal ring Natalya mentre Asuka chiude Lana in una Asuka Lock.

Entra la Hurt Business che dà il benvenuto al nuovo membro, Cedric Alexander che dichiara di non voler più buttare la carriera al fianco di Ricochet e Apollo Crews, i due entrano insieme ai Viking Raiders e nasce una rissa vinta da questi ultimi quattro.

Nasce un match quattro contro quattro, dove in maniera controversa ha la meglio la Hurt Business proprio grazie ad uno schienamento discutibile di Alexander su Ricochet che sembra infatti alzare la spalla, quindi il conteggio sembra irregolare.

Inizia Raw Underground con Aleister Black che batte uno sconosciuto ma poi arriva il suo reale avversario, Kevin Owens, ma l’incontro viene messo in pausa.

Ora troviamo quindi Orton e Keith Lee che si affrontano dopo un incontro equilibrato quando Lee si carica Orton per finirlo quest’ultimo si libera e lo fa vittima di una Rko, proprio mentre sta preparando il Punt Kick però arriva McIntyre e lo colpisce con un Claymore, regalandogli purtroppo la vittoria.

Ora in programma un Handicap match 2 contro 1, Shayna Blaszer contro la Riott Squad che sorprendentemente ha la meglio con Liv Morgan che schiena la Blaszer con un Victory Roll.

Altro Handicap Match femminile 2 contro 1 in programma con la Riott Squad che stavolta affrontano Nia Jax, ma il match viene interrotto quasi subito dall’intervento della Retribution.

Il match tra Owens e Black a Raw Underground termina con l’intromissione di Dabba-Kato che li mette entrambi al tappeto.

È il momento dello Street Fight Match tra Dominick Mysterio e Buddy Murphy, l’incontro termina con la vittoria del figlio di Rey per rinuncia da parte dell’australiano che però poi subisce l’attacco dell’intera famiglia messicana Dominick, Rey, la moglie e la figlia con i Kendo Stick massacrando l’adepto di Rollins.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: