Connettiti con noi

Crotone

Dimarco c’ha preso gusto e il Verona pure, oggi la vittima è il Crotone

Avatar

Pubblicata

su

Dimarco ha preso il vizietto di realizzare eurogol? Sembrerebbe di si visto il gol segnato anche oggi contro il Crotone, in una partita che ha visto anche il ritorno al gol di Kalinic, il Crotone oggi non può nulla contro l’armata di Ivan Juric.

Verona – Crotone, la partita

Nei primi 25″ il Verona chiude la partita e si permette di controllare la partita anche soffrendo ma non mettendo mai in dubbio il risultato finale nella sfida con il Crotone.

Al 16″ del primo tempo è il Croato Kalinic che su assist di Barak lascia partire un potente destro che si infila nella porta del Crotone, facendo sbloccare il risultato e portando in vantaggio la squadra Veronese.

Non passa molto tempo per il raddoppio, infatti è Dimarco che sigla il raddoppio con un geniale tiro d’esterno che beffa Cordaz timbrando il secondo eurogol in due partite.

Il primo tempo si chiude in una sorta di sostanziale limbo, il Crotone sembra non trovare la giusta ripartenza per riuscire a tentare di riaprire il match, la squadra di Stroppa non riesce a portarsi nell’area Veronese e cosi si chiude il primo tempo.

Il secondo tempo invece si apre con una ripartenza mentale e fisica della squadra Calabrese che alzando il baricentro e con un pressing sul Verona trova il gol che potrebbe riaprire agevolmente la partita, è il solito Messias che segna il gol della speranza quando su assisti di Pedro Pereira, insacca a distanza ravvicinata.

Però non è il gol della ripartenza, infatti non basta questo ai pitagorici per riuscire a trovare il pareggio e riuscire a portare a casa un punto fondamentale.

Questa è la terza sconfitta consecutiva per la squadra di Stroppa che continua a coltivare il suo ultimo posto in classifica.

Le pagelle di Verona Crotone

Kalinic 7 – L’insistenza di Juric viene premiata, farlo partire più volte titolare ha fatto ritrovare la forma e la testa all’attaccante Croato, oggi in rete e si spera ancora per molte volte.

Dimarco 7 – Se fosse in esercito sarebbe sicuramente un cecchino, insacca un gol balistico di perfetta precisione ed esecuzione, niente da dire.

Barak 6,5 – Lavoratore purosangue, si sbatte e porta il pallone fino all’area per il primo gol di Kalinic, durante la partita si fà sempre trovare presente.

Messias 6,5 – Se vediamo il Crotone, oltre a Cordaz è l’unico da salvare, sempre presente e sempre combattivo su ogni pallone, cuore e anima del Crotone.

Cordaz 6,5 – Compie due miracoli su Barak e Colley, se il Crotone non affonda nel primo tempo è quasi solo merito suo, tiene in piedi la squadra fino all’ultimo minuto mantenendo un risultato che onora il suo operato tra i pali della squadra.

Tabellino Verona – Crotone

Marcatori: 16′ Kalinic (V), 25′ Dimarco (V), 55′ Messias (C)

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Lovato, Magnani (63′ Gunter), Ceccherini (46′ Dawidowicz); Faraoni, Tameze, Ilic, Dimarco; Barak, Zaccagni (75′ Colley); Kalinic (63′ Di Carmine). All. Juric

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Molina (46′ Pereira), Eduardo Henrique (46′ Simy), Zanellato, Vulic, Reca; Messias, Riviere (78′ Dragus). All. Stroppa

Arbitro: Massimi

Ammoniti: Ceccherini, Lovato, Djidji, Magnani, Reca, Pereira

Continua A Leggere

Calcio

Juventus-Crotone 3-0: Finisce il tour de force bianconero

Giorgio Bombonato

Pubblicata

su

Si chiude la 23a giornata di Serie A con la convincente vittoria della Juventus sul suo campo di casa contro un Crotone che è sembrato a tratti inadatto alla massima competizione italiana.

I bianconeri sono troppo più forti dal punto di vista fisico e tecnico e flirtano più volte con il vantaggio già nei primi minuti fino a che non lo trovano con un gol del solito Cristiano Ronaldo che insacca di testa su un cross dalla sinistra di Alex Sandro.

Raddoppia poco dopo il portoghese in un’azione fotocopia delle precedente; cambia però l’assistman che risulta essere Aron Ramsey.

Nel secondo tempo la Juventus attiva la modalità risparmio energetico e controlla la partita abbassando la pressione e giocando sul possesso palla soprattutto dopo aver trovato il 3-0 con McKennie sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Finisce il Tour De Force della Vecchia Signora che dopo mesi avranno una settimana intera per riposarsi e allenarsi con calma in vista della trasferta di Verona.

Pagelle

Juventus
Buffon: 6.5
Danilo: 5.5
Demiral: 6.5
De Ligt: 7
Alex Sandro: 6.5 (dal 86’ Frabotta S.V.)
Chiesa: 7 (dal 86’ Di Pardo S.V.)
Bentancur: 6.5 ( dal 70’ Fagioli 6.5)
Ramsey: 6 ( dal 76’ Bernardeschi S.V.)
McKennie: 6.5
Kulusevski: 6.5 (dal 76’ Morata S.V.)
Ronaldo: 7

Crotone
Cordaz: 6.5
Magallan: 5
Golemic: 5
Luperto: 4.5 (dal 46’ Marrone 5)
Pereira: 5
Molina: 5 (dal 71’ Zanellato 5.5)
Messias: 5.5
Vulic: 6
Reca: 5.5 (dal 67’ Rispoli 6)
Di Carmine: 4.5 ( dal 77’ Riviere S.V.)
Ounas: 5.5 ( dal 72’ Simy 5.5)

Continua A Leggere

Crotone

Serie A: Il Sassuolo non si ferma e per il Crotone è crisi nera.

Alessandro Gattulli

Pubblicata

su

Il Sassuolo va in Calabria per affrontare il Crotone ultimissimo e per cercare 3 punti importanti per continuare l’ottimo campionato.

Stroppa sceglie Ounas e Di Carmine dal 1′ minuto a guidare l’attacco al posto di Simy e Messias.

De Zerbi recupera Berardi che prende il posto dell’infortunato Boga.

Primo tempo

Al 14′ ci pensa Berardi a sbloccare il match con la sua giocata classica. Servito da Caputo l’ala neroverde rientra sul suo mancino e buca Cordaz sul primo palo.

Gli Squali non demordono e al 26′ trovano il pareggio. Reca serve Ounas in profondità che prima scarta Peluso e poi batte Consigli per l’1-1.

Le squadre si allungano e arrivano tante occasioni da una parte e dall’altra; da sottolineare è il gol annullato a Di Carmine del Crotone per fallo di Djidji su Consigli.

Secondo tempo

Al rientro dalla ripresa la retroguardia calabrese commette una grave ingenuità e concede il rigore agli emiliani. Golemic commette un fallo molto stupido ai danni di Locatelli che in area cade e costringe Pezzutto al fischio. Dagli 11 metri Caputo non sbaglia e batte ancora Cordaz.

Sul finire di gara i neroverdi sfiorano anche il 3-1 ma l’arbitro annulla il gol a Muldur per un fallo.

La partita si chiude quindi sul risultato di 1-2 per gli ospiti che fanno un grande balzo avanti; dall’altra parte il Crotone si ritrova sempre più ultimo, con la salvezza che sembra ormai un miraggio.

Tabellino

MARCATORI: 14′ Berardi, 48′ rig. Caputo (S); 26′ Ounas (C)

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Pereira, Messias, Petriccione (66′ Vulic), Zanellato, Reca (73′ Riviere); Ounas, Di Carmine (73′ Simy). A disp: Festa, Crespi, Cigarini, Magallan, Dragus, Rojas, Rispoli, Marrone, Eduardo. All. Giovanni Stroppa

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur (88′ Ayhan), Marlon, Peluso, Rogerio; Magnanelli (72′ Obiang), Locatelli; Berardi (88′ Toljan), Lopez (62′ Traorè), Djuricic; Caputo (72′ Defrel). A disp: Pegolo, Turati, Kyriakopoulos, Mercati, Traore, Oddei, Haraslin, Raspadori. All. Roberto De Zerbi

ARBITRO: Ivano Pezzutto della sezione di Lecce

NOTE: AMMONITI: Peluso (S); Vulic (C)

Pagelle

Berardi 7: Il migliore dei suoi, inventa e segna, grande recupero per i neroverdi.

Caputo 6,5: Il pugliese c’è sempre e ha un senso del gol impressionante.

Golemic 5: Ingenuo, regala un rigore al Sassuolo che era molto evitabile.

Continua A Leggere

Calcio

Crotone 0-3 Genoa: Fu così che Mattia Destro rinacque come la Fenice

Avatar

Pubblicata

su

RIASSUNTO

Vittoria fondamentale in chiave salvezza per il Genoa che cala il tris allo Scida contro il Crotone.

Inizio di partita equilibrato con il Genoa che però dopo dieci minuti cresce ed il dominio ligure si concretizza al ‘24 con Destro che, da rapace d’area, insacca per l’1-0.

Il raddoppio arriva con Czyborra che con un sinistro al volo dal limite dell’area batte Cordaz segnando il momentaneo 2 a 0.

Il Grifone controlla il match e all’inizio della ripresa cala il tris con la zampata del solito Destro da dentro l’area.

Il resto della ripresa è tranquilla per il Genoa che trova tre punti che l’allontanano dalla zona retrocessione.

PAGELLE

I migliori:

Destro, 8.5: Due gol da attaccante puro che si vanno ad aggiungere al suo precdente bottino stagionale (6 gol). Mattia Destro che, tornando a casa, è ufficialmente rinato.

Strootman, 8: Giocatore che, quando ha una forma fisica adeguata, è di un’altra categoria. Uomo salvezza per il Genoa.

Messias, 7: L’unico veramente positivo del Crotone, tante iniziative che spesso portano alla creazione di occasioni. Un uomo solo.

I peggiori:

Simy, 5: Complice un attacco poco creativo, ma quelle poche occasioni che ha le spreca.


TABELLINO

CROTONE-GENOA 0-3
24′, 50′ Destro, 29′ Czyborra


CROTONE (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Magallan (69′ Djidji); Pedro Pereira (46′ Rispoli), Messias, Zanellato (69′ Eduardo Henrique), Benali, Reca; Di Carmine (56′ Riviere), Simy.

All. Stroppa


GENOA (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta (71′ Ghiglione), Strootman (74′ Behrami), Badelj, Zajc (61′ Melegoni), Czyborra; Shomurodov (61′ Pjaca), Destro (71′ Pandev). All. Ballardini

Ammoniti: Strootman (G), Messias (C)

Continua A Leggere

Post In Tendenza