Connettiti con noi

Motori

Una pilota alla Ferrari? 4 ragazze per un posto nell’Academy

Avatar

Pubblicata

su

In un momento di svolta per i diritti femminili, anche i motori hanno e stanno per subire questa trasformazione, infatti sono quattro le ragazze in gara per correre con la Ferrari.

La data storica è il 22 gennaio, quando la casa di Maranello selezionerà per la prima volta, la prima allieva della storia della sua Ferrari Driver Academy, quindi il prossimo pilota della scuderia potrebbe essere una donna.

Sulla pista di Fiorano, lo scorso venerdì si sono concluse le selezioni per un posto riservato nell’Academy del cavallino.

Le finaliste di questo concorso, scelte da ben 145 Paesi, hanno tutte tra i 14 e i 16 anni. Sono le brasiliane Julia Ayoub (15 anni) e Antonella Bassani (14), la francese Doriane Pin e l’olandese Maya Weug (16 anni entrambe).

Prove intense, durante i cinque giorni di Camp a Maranello, le stesse che vengono sottoposte ai candidati maschi ovviamente, test per misurare reattività, resistenza, attitudine e valutazione delle caratteristiche fisiche, e mentali oltre a numerose prove ai simulatori di guida vista anche la loro giovane età.

Non è la prima donna che sicuramente potrà approdare in formula 1, ci son state ben 5 donne che hanno guidato una formula 1, ben 3 di queste donne sono Italiane, segno che la classe della guida ha sicuramente sangue tricolore nelle vene.

Di queste. fu solo Maria Teresa De Filippis a conquistare dei punti per il campionato iridato, classe 26″ esordì nel mondiale da privata nel 1958 a bordo di una Maserati 250F

Il programma Girls on Track per sviluppare i piloti donna

Il programma Girls on Track – Rising Stars è nato su iniziativa della FIA Women in Motorsport Commission, in collaborazione con Ferrari Driver Academy. Obiettivi: promuovere l’automobilismo femminile e supportare le giovanissime aspiranti pilota di maggior talento. In base all’accordo, nel 2022 il processo di selezione si ripeterà e porterà una seconda ragazza in Ferrari.

La proclamazione della vincitrice di questo concorso avverrà Venerdì 22 gennaio sarà proclamata la vincitrice. che potrebbe seguire le orme Charles Leclerc, pilota ufficiale della Scuderia Ferrari arrivato alla guida della monoposto ufficiale direttamente dall’Academy del cavallino.

Continua A Leggere

MotoGP

Fabio Quartararo vince il GP Doha, Zarco e Martin sul podio

Avatar

Pubblicata

su

Una MotoGP che imita la moto3, Quartararo con una rimonta pazzesca, sferra il colpo sui due ducatisti Pramac e porta a casa il successo.

La gara vede al via le Ducati Pramac subito protagoniste , con Martin che prende subito la testa della gara nei confronti di Zarco, male Viñales scivolato in 11esima piazza. Morbidelli è 13°, Rossi 21°.

Martin cerca di fare il vuoto con Rins che risale in terza posizione con Pecco Bagnaia alla riscossa dalle retrovie, con le Yamaha in netta rimonta. Si crea una bagarre con i primi 9 tutti attaccati e le KTM ad un secondo e mezzo dal gruppone, poi al giro 13 c’erano 3 Ducati nelle prime 3 postizioni.

Scintille tra Mir e Miller, poi l’australiano restituisce con una spallata sul dritto non tanto pulita.  

Il giro 18 è il momento chiave, Quartararo supera nello stesso giro Zarco e Martin, nonostante la velocità sul dritto della Ducati

Viñales non riesce a seguire Quartararo battagliando sia con le ducati che con Rins, ma avranno la meglio su di lui.

Quartararo vince davanti a Zarco e Martin, quarto Rins, Viñales quinto e Pecco Bagnaia arriva sesto. 

Continua A Leggere

MotoGP

Moto GP Qatar: Vince Vinales, è suo il primo GP .

Gabriele Tavacca

Pubblicata

su

Buona la prima per Vinales

Oggi si è disputato la prima gara del nuovo GP:

Questa è la classifica:

1.Maverick Vinales (Yamaha) 25 punti
2. Johann Zarco (Ducati) 20
3. Francesco Bagnaia (Ducati) 16
4. Joan Mir (Suzuki) 13
5. Fabio Quartararo (Yamaha) 11
6. Alex Rins (Suzuki) 10
7. Aleix Espargaro (Aprilia) 9
8. Pol Espargaro (Honda) 8
9. Jack Miller (Ducati) 7
10. Enea Bastianini (Ducati) 6
11. Stefan Bradl (Honda) 5
12. Valentino Rossi (Yamaha) 4
13. Miguel Oliveira (Ktm) 3
14. Brad Binder (Ktm) 2
15. Jorge Martin (Ducati) 1

Maverick Viñales sale sul posto più alto della classifica nella gara di apertura della stagione 2021. Zarco e Bagnaia invece si sono posizionati sui gradini più bassi del podio , mentre Mir, beffato sul finale , deve accontentarsi del quarto posto. Bastianini, invece porta a casa un bel risultato personale ,classificandosi decimo al suo primo GP.

Dichiarazioni post gara di Zarco:

Alla partenza non sono andato tanto bene, dovrò lavorarci. Ma poi sono riuscito a risparmiare le gomme, son rimasto calmo, ho spinto nel momento giusto e alla fine ho controllato la gara, la potenza della moto e le gomme. Weekend incredibile, ringrazio la mia famiglia, sono felicissimo“, le parole a caldo dello spagnolo. Dichiarazione rilasciata ai microfoni di Sky Sport.

Dichiarazioni post gara di Bagnaia:

Vero, sono un po’ deluso. Ma è sbagliato, perché non posso essere così. Dopo la stagione dell’anno scorso un risultato del genere può solo rendermi felice del lavoro fatto. Oggi avrei potuto mollare il ritmo quando avevo difficoltà, invece ci ho provato fino alla fine ed è quello che è cambiato rispetto all’anno scorso” Dichiarazione rilasciata ai microfoni di Sky Sport.

Insomma per Maverick Viñales è buona la prima.

Continua A Leggere

F1

Fair Play Red Bull. Hamilton vince il GP del Bahrain, secondo Verstappen.

Avatar

Pubblicata

su

Lewis Hamilton conquista la vittoria numero 99 in carriera, grazie ad una strategia spiazzante da parte della Mercedes. Nel finale Verstappen attacca Hamilton, però supera il limite della pista e cede la posizione al campione del mondo in carica.

Si apre il sipario della stagione 2021, finalmente il duello tanto atteso, Lewis Hamilton contro Max Verstappen, una Mercedes visibilmente inferiore rispetto a quella della scorsa stagione, con la Red Bull che accorciato il Gap, mentre Bottas arriva terzo.

La Mercedes spiazza tutti con una strategia diversa da quella consigliata da Pirelli

Nei primi giri Verstappen ha impostato la fuga con Hamilton che lo seguiva a debita distanza, ma a ridosso del primo cambio gomme, la Mercedes richiama le due vetture solo dopo 14 giri, quando cambiavano quelli con gomma rossa, loro che avevano gomma gialla, fanno il pit-stop, montando gomma bianca.
Momento chiave della gara, perchè le Mercedes sembrano avere lo stesso passo gara delle Red Bull, ma incredibilmente la gomma bianca aveva la stessa durata della gialla, uno stint di 18 giri, con Hamilton che ha fatto due soste come Verstappen.
Finale spettacolare, Verstappen guadagnava oltre mezzo secondo nel settore centrale, con Hamilton che non riusciva a difendersi, a 4 giri dalla fine, attacco di Verstappen, in curva 4, però esce fuori dal limite del tracciato, con la Red Bull che chiede di far passare nuovamente il campione del mondo per non incappare in sanzioni da parte dei commissari di gara, decisione discutibile.
Hamilton così conquista la sua vittoria 99 in carriera, ma Verstappen ha dimostrato di essere il migliore in questo momento.

Bottas nell’anonimato raggiunge il podio

Bottas riesce a conquistare il gradino più basso del podio, nonostante l’errore durante alla sosta ai box nella rimozione dell’anteriore destra, quarto Lando Norris, il primo del gruppone , ha tenuto sempre il ritmo alto. Quinto l’ottimo Sergio Perez con la Red Bull, ha avuto un problema nel giro di formazione, dove si è spenta la sua monoposto, ripartendo dai box ha dovuto fare una gara in rimonta, cambiando la strategia dopo esser partito con gomma Rossa, ha optato per la Gialla, collezionando una bella rimonta.

Bene le Ferrari tutte e due a punti

Leclerc sesto e Sainz ottavo fanno una gara di sostanza, mantenendo un buon ritmo, non avendo problemi di decadimento o gestionali della monoposto, rimanendo nel gruppone, Ricciardo in mezzo a loro, concludono la zona punti Tsunoda e Stroll.

I Vecchi leoni ci fanno divertire ma non vanno a punti

Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, non arrivano a punti , ma i si ingarellano in duelli molto interessanti, Fernando si ritira, ma per un problema alla sua monoposto, ma era in zona punti.

ORDINE D’ARRIVO

  1. LEWIS HAMILTON (Mercedes)
  2. MAX VERSTAPPEN (RedBull)
  3. VALTERRI BOTTAS (Mercedes)
  4. LANDO NORRIS (McLaren)
  5. SERGIO PEREZ (Red Bull)
  6. CHARLES LECLERC (Ferrari)
  7. DANIEL RICCIARDO (McLaren)
  8. CARLOS SAINZ (Ferrari)
  9. YUKI TSUNODA ( Alpha Tauri)
  10. LANCE STROLL (Aston Martin)

Continua A Leggere

Post In Tendenza