Connettiti con noi

Calcio

UEL: 1-0 e Milan primo nel girone guidato da un Hauge che zittisce le critiche!

Avatar

Pubblicata

su

RIASSUNTO

Nonostante il turnover e i  quattro giovanissimi schierati da Pioli nella formazione titolare, il Milan espugna anche Praga e conquista il primo posto nel girone H. Partita ben giocata dai rossoneri che hanno sbloccato il match grazie a una bellissima azione individuale di Hauge e poi hanno gestito il vantaggio agevolmente anche aiutati dall’espulsione di Plechaty per un brutto fallo su Leao.

All’inizio di questa Europa League l’obiettivo minimo era quello di provare a vincere il girone.

Missione compiuta nonostante i 5 punti persi contro il Lille;  Il Milan, in versione giovanissima, vince anche a Praga e grazie anche al concomitante successo del Celtic sul Lille conquista il primo posto nel girone H.

La formazione di Pioli conferma una volta di più quanto di buono fatto in questi ultimi mesi, mostrando ancora una forte e solida identità di squadra, ma soprattutto una grande ambizione qualsiasi siano gli interpreti. Occorrevano risposte da Duarte e da Kalulu, prontamente arrivate e una conferma su Hauge che si sta dimostrando l’uomo in più del Milan.

Come detto, formazione ampiamente modificata da parte di Pioli con l’esordio di Kalulu dal 1’, il ritorno di Duarte da titolare dopo praticamente un anno, la chance concessa a Maldini e Colombo e, soprattutto, la continuità garantita ad Hauge.

Alla fine i rossoneri portano a casa i tre punti con merito e grazie alle notizie che arrivano da Parkhead, festeggia il primo posto nel gruppo H.

HIGHLIGHTS

https://youtu.be/4MzVWwpCMIs
Continua A Leggere

Juventus

Barak batte nel salto in alto Ronaldo e pure la Juventus

Avatar

Pubblicata

su

HELLAS VERONA-JUVENTUS

La partita

PRIMO TEMPO

Prima frazione con parecchie emozioni, ma solo nella prima parte. Il match inizia con un errore di Silvestri, e un tiro di Ramsey deviato in corner. La Juve spinge di più, ma al 7′ Faraoni di testa sfiora il gol, ma Szczesny ed il palo gli negano la gioia. Ci prova poi Chiesa, ma trovando i guantoni del tenente, e Rabiot che tira malissimo su un assist su azione spettacolare di Kulusevski.

Nella seconda metà del primo tempo la partita rallenta molto nei ritmi, e l’unica occasione papabile è di Lasagna, che può approfittare dell’errore di Demiral, ma si trova un furbo De Ligt a fare da guardiano alla sua area di rigore.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa, la Juventus trova subito il vantaggio al 49′ con Ronaldo, che tirando in porta segna complice anche l’imperfetta deviazione dell’estremo difensore dell’Hellas.

Ramsey sfiora il raddoppio, e la Juve sembra aver ripreso il possesso del campo come ad inizio primo tempo. Poi l’illusione sparisce, ed al 70′ gli uomini di Pirlo spariscono dal campo. L’Hellas prende campo, ed inevitabilmente al 77′ Barak con un colpo di testa alla CR7 segna il pareggio dei padroni di casa.

L’uomo assist veronese, Lazovic, è protagonista dell’ultima azione del match con la quale sfiora il gol, ma il n°1 polacco della Juventus riesce miracolosamente a deviare sulla traversa.

Top&Flop

HELLAS

Migliore: Barak,7. Gioca una partita ottima, si muove bene e in fase offensiva si rende protagonista. Suo il gol del pareggio, con uno stacco d testa imperioso.

Peggiore: Lasagna, 5. L’hanno preso per non fare giocare Kalinic, ma non ha cambiato nulla nemmeno stasera.

JUVENTUS

Migliore: Szczesny, 7,5. I suoi interventi negano una sconfitta clamorosa ai bianconeri, mai sottovalutare l’importanza dei portieri.

Peggiore: Rabiot, 5. L’uomo più pericoloso…per i bianconeri. In mezzo al campo, tutt’altro che jna sicurezza.

Tabellino

VERONA-JUVENTUS 1-1
Verona (3-4-2-1)
: Silvestri; Magnani, Gunter, Lovato; Faraoni (39′ st Dawidowicz), Sturaro (22′ st Vieira), Ilic (1′ st Veloso), Dimarco (7′ st Lazovic); Barak, Zaccagni (39′ st Bessa); Lasagna. A disp.: Berardi, Pandur, Salcedo, Favilli, Udogie, Ceccherini, Tameze. All.: Juric
Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Demiral, De Ligt, Alex Sandro; Chiesa (41′ st Di Pardo), Bentancur, Rabiot, Bernardeschi; Ramsey (23′ st McKennie); Kulusevski, Ronaldo. A disp.: Pinsoglio, Buffon, Dragusin, Frabotta, Fagioli, Raafia, Peeters, Capellini, Marques, Ake. All.: Pirlo
Arbitro: Maresca
Marcatori: 4′ st Ronaldo (J), 32′ st Barak (V)
Ammoniti: Ramsey (J), De Ligt (J), Barak (V), Dawidowicz (V)

Continua A Leggere

Calcio

Il Parma non riesce a vincere, lo Spezia agguanta il pareggio

Avatar

Pubblicata

su

Il Parma sembra maledetto, non riesce a vincere e spreca ben 2 gol di vantaggio contro lo Spezia che magicamente trova il pareggio con la doppietta di Emmanuel Gyasi che porta 1 punto importantissimo per la squadra di Italiano che si mantiene ad una distanza seppur risicata ma importante sulla zona retrocessione, zona che invece il Parma vede sempre più nera.

Un pareggio che premia lo Spezia e affonda ancora di più il Parma

Premessa pre cronaca della partita, Lo Spezia sta dimostrando un calcio di qualità, pressing e gioco che difficilmente possiamo vedere su squadre neo-promosse che molte volte hanno bisogno di almeno 1 anno per adattarsi ai ritmi e alle dinamiche della massima serie, ma la squadra di Italiano sta veramente dimostrando grinta e valore che sicuramente hanno da insegnare a molte squadre da qualche anno nel game.

Il Parma tenta di chiudere la partita nel primo tempo, dopo una partenza dove tutte e due le squadre si affrontano, sono due le azioni secche che consentono alla squadra di D’Aversa di portare in rete due gol, la prima azione porta la firma assist di Bastoni che regge bene e permette a Karamoh di segnare il primo gol al 17″ con un bel sinistro all’incrocio.

Non passa moltissimo e il Parma trova il raddoppio con l’inserimento di Hernani sul calcio piazzato di Brunetta, il Parma ora si trova avanti di due Reti.

Lo Spezia alza il ritmo della partita per cercare di ricucire e ci sarebbe riuscita 39″ con Maggiore ma il Var annulla il gol.

Inizia il secondo tempo con Lo Spezia che cerca in tutti i modi di ricucire i 2 gol subiti, trova infatti il gol al 52′ con Gyasi, con un tap-in sulla splendida giocata di Maggiore che permette ai liguri di tornare in partita, il pareggio lo agguanta ancora  Gyasi che si ripete al minuto 72, siglando la sua doppietta personale e strappando un punto importantissimo al Parma, per portare a 10 il vantaggio sulla terz’ultima in classifica.

Il Parma non vede la luce, sono 15 ora le partire senza vittoria della squadra del subentrato D’Aversa, un buco nero che sembra non trovare una via di fuga, che sia arrivata la condanna dei ducali al ritorno in serie b?

Tabellino Spezia – Parma

17′ Karamoh (P), 25′ Hernani (P), 52′ e 72′ Gyasi (S)


SPEZIA (4-3-3)
:Provedel; Vignali, Ismajli, Erlic, Bastoni (70′ Nzola); Estevez (46′ Acampora), Ricci (46′ Leo Sena), Maggiore; Gyasi, Agudelo (88′ Dell’Orco), Saponara (27′ Verde). All. Italiano

PARMA (4-3-3): Sepe; Conti, Osorio, Gagliolo, Pezzella; Kucka, Hernani (79′ Valenti), Kurtic; Karamoh (63′ Grassi), Brunetta (56′ Busi), Mihaila (79′ Man). All. D’Aversa


AmmonitiBrunetta (P), Ricci (S), Hernani (P), Kurtic (P), Gagliolo (P), Nzola (S), Acampora (S)

Continua A Leggere

Calcio

PremierPoint: Bene il City di misura in casa dell’Arsenal, la favola Leicester continua

Edoardo Massetti

Pubblicata

su

ARSENAL 0-1 MANCHESTER CITY

Vince ancora il Manchester City, in casa dell’Arsenal mantenendo i dieci punti di vantaggio sui cugini dello United secondi; decide un gol di Sterling subito al secondo minuto e basta ai Citizens per strappare i tre punti.

BRIGHTON 1-2 CRYSTAL PALACE

Il Crystal Palace espugna il campo del Brighton, vantaggio ospite con Mateta alla mezz’ora, Veltman ad inizio ripresa trova il pari ma in pieno recupero Benteke trova la vittoria in extremis.

MANCHESTER UNITED 3-1 NEWCASTLE

Il Manchester United batte il Newcastle, grazie al gol di Rashford alla mezz’ora sblocca il risultato, passano solo sei minuti e Saint-Maximin trova il pari; nella ripresa James e poi un rigore di Bruno Fernandes chiudono la gara.

https://youtu.be/w-MpF4J1WfM

ASTON VILLA 1-2 LEICESTER

Il Leicester vince al Villa Park, gli ospiti vanno subito avanti di due reti con Maddison e Barnes in pochi minuti, ad inizio ripresa Traorè accorcia le distanze ma non basta.

WEST HAM 2-1 TOTTENHAM

Cade il Tottenham di Mourinho in casa del West Ham, Antonio la sblocca subito per i padroni di casa, gli Hammers raddoppiano ad inizio ripresa con l’ex Manchester United, Lingaard; a mezz’ora dal termina Lucas Moura accorcia le distanze ma i tre punti vanno alla squadra di casa.


FULHAM 1-0 SHEFFIELD UNITED

Bella vittoria del Fulham nel proprio stadio, il Craven Cottage, a cadere è lo Sheffield United, basta il solo gol di Lookman al quarto d’ora della ripresa.

https://youtu.be/bz156YQVO_8

LIVERPOOL 0-2 EVERTON

Il derby di Liverpool va dopo tanti anni all’Everton, la squadra di Ancelotti ha la meglio grazie alla rete di Richarlison appena al terzo minuto, a pochi minuti dal termine della gara Sigurdsson su calcio di rigore chiude definitivamente la partita.

https://youtu.be/ASUOccIgKmE

BURNLEY 0-0 WEST BROM

Pareggio senza reti in uno degli scontri diretti per la salvezza tra Burnley e West Brom, nessuna delle due la spunta e la classifica nella parte bassa rimane quasi invariata.

https://youtu.be/S3gFXi_X-AM

SOUTHAMPTON 1-1 CHELSEA

Il Chelsea non va oltre il pari in casa del Southampton, l’ex Liverpool Minamino porta avanti i Saints alla mezz’ora circa, al decimo della ripresa un penalty di Mount ristabilisce la parità che rimarrà poi fino al termine.

WOLVES 1-0 LEEDS

Vittoria di misura importante per il Wolves che ha la meglio sul Leeds del “LocoBielsa, i “Lupi” la spuntano soltanto grazie ad un autogol di Meslier.

Continua A Leggere

Post In Tendenza