Connettiti con noi

Benevento

Zaza salva il Torino, pareggio col Benevento che accontenta tutti

Avatar

Pubblicata

su

Inizia con un pareggio l’avventura del nuovo allenatore granata Nicola, che viene salvato dall’attaccante del Torino Zaza dopo che il Benevento ha per due volte dominato il risultato del match.

Al Vigorito di Benevento, una gara dura e in bilico fino all’ultimo che ha lasciato i rispettivi tifosi sempre con il fiato in gola per poter esultare la propria squadra.

Le danze del match si aprono con un rigore di Viola (32′) e il Benevento cerca di chiudere la pratica Torino con un sinistro di Lapadula (49′) che con grinta e belle azioni portano avanti gli uomini di Inzaghi, poi il Toro forse grazie anche alla cura Nicola, reagisce e rimette tutto in equilibrio nel recupero grazie a una doppietta di Zaza (51′ e 93′) che salva la squadra Granata dall’ennesimo flop della stagione.

Tabelle di Benevento-Torino

LE PAGELLE
Belotti 6,5: La difesa del Benevento lo marca e non lo fà respirare un minuto, gara generosa e si mette in gioco per la squadra.
Zaza 7:Gombattente e sempre in lotta su ogni pallne, oltre ai piedi ci mette anche il cuore per portare a casa la partaita
Viola 6: Torna dopo un’infortunio importante, freddo dal dischetto dove trafigge il portiere granata, nella ripresa si vede la stanchezza.
Lapadula 7: Gioca bene, sempre presente, rompe il digiuno dai gol nei primi minuti del secondo tempo.

Continua A Leggere

Benevento

Parma vittima di un sortilegio della strega!

Matteo De Angelis

Pubblicata

su

RIASSUNTO

Scontro salvezza nella cornice del “Ciro Vigorito” di Benevento, si affrontano Benevento e Parma con gli ospiti che sono obbligati a fare punti visto il tragico posizionamento in classifica.

Il Parma gioca con la giusta mentalità, nonostante si trovi sotto in classifica vuole fare la partita e ci riesce ma il Benevento si dimostra più cinico.

Dopo varie occasioni sprecate dagli uomini di D’Aversa è la squadra di casa a passare in vantaggio, Glik deve solo spingere in porta un cross perfetto di Barba regalando così il vantaggio al 23′ minuto.

Primo tempo che si chiude con poche emozioni, poichè il Benevento cerca di gestire il vantaggio e il Parma sembra scosso dal gol del vantaggio avversario inaspettato.

Nella ripresa si cambia musica, il Parma riprende in mano la gara riuscendo finalmente a concretizzare il suo dominio, al 56′ Kurtic azzecca il tap-in e trova un meritatissimo gol del pareggio, ma non finisce qui; qualche minuto dopo, precisamente al 61′, Gagliolo compie il sorpasso con un gran colpo di testa, ma l’arbitro è costretto ad annullare il gol dopo una lunga consultazione al VAR.

Il Parma perde di nuovo coraggio e la strega ne approfitta, al 67′ Ionita conclude a rete l’ennesimo corner battuto in mezzo riportando in vantaggio i suoi.

Il Parma sembra ormai aver perso le speranze ma il suo attaccante, Dennis Man, no; il giovane centrocampista Rumeno pesca un jolly da fuori area permettendo al Parma di portare a casa almeno un punto dopo una partita estremamente difficile.

TABELLINO

MARCATORI: Glik (23′), Kurtic (55′), Ionita (67′), Man (88′)

BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Tuia, Glik, Barba; Depaoli (88′ Letizia), Hetemaj, Schiattarella, Ionita, Improta; Gaich (80′ Di Serio), Lapadula (64′ Caprari). A disposizione: Manfredini, Caldirola, Tello, Viola, Dabo, Foulon, R.Insigne, Sau, Iago Falque. All.: Inzaghi.

PARMA (4-3-3): Sepe; Laurini (46′ Busi), Osorio, Bani, Gagliolo; Kucka (78′ Cornelius), Brugman (46′ Kurtic), Hernani (85′ Conti); Man, Pellè, Gervinho (78′ Mihaila). A disposizione: Colombi, Grassi, Cyprien, Zagaritis, Alves, Dierckx, Camara. All.: D’Aversa.

ARBITRO: Massa (Imperia)

AMMONITI: Di Serio (Benevento); Bani (Parma)

Continua A Leggere

Benevento

Il Benevento vince grazie a Gaich e al miglior regista della Serie A

Paolo Palmeri

Pubblicata

su

JUVENTUS-BENEVENTO

La partita

PRIMO TEMPO

Partita molto aggressiva ed intensa, giocata perlopiù in centrocampo in questa prima frazione di gioco.

Dopo un primo brivido con CR7, che sfiora di poco il gol al 4′, il Benevento prende controllo del campo infastidendo la Juventus senza tuttavia concludere mai in porta (cosa che non riusciranno a fare per tutti i 45′), con le punte campane che non riescono ad avere palloni giocabili, grazie all’efficienza della difesa bianconera.

Col passare dei minuti i bianconeri crescono e, soprattutto con gli ispirato Chiesa e Kulusevski, si rendono pericolosi più volte in area di rigore avversaria. Riescono persino a segnare con Ronaldo, ma il gol viene annullato per la posizione di fuorigioco del portoghese.

Squadre negli spogliatoi con le reti inviolate.

SECONDO TEMPO

Sulla falsa riga del primo tempo, è la Juventus a fare la partita, o meglio a detenere il possesso del pallone senza però una minima idea su come fare male ai campani, che si difendono egregiamente, se non dando palla ai soliti Chiesa e Kulusevski. Tanto è vero che il primo tiro in porta della Juventus arriva a seguito di un contropiede dai piedi di Barba, che per deviare un passaggio velenoso rischia di portare in svantaggio i suoi, ma Montipo è attentissmo.

Il Benevento d’altra parte gioca naturalmente puntando perlopiù sulle ripartenze per far male ai bianconeri, ben piazzati in difesa, se non per una piccola sbavatura: al 69′ da una rimessa laterale, Arthur si abbassa per ricevere e nel tentativo di apertura verso Danilo sulla destra, calcola male la traiettoria del passaggio, regalando palla a Gaich, che in girata fulmina i piemontesi.

La Juventus reclama al 71′ un presunto fallo da rigore su Chiesa, che l’arbitro non fischia, tra le proteste dei bianconeri che reclamano l’uso del Var, ma ciò non avviene. Bianconeri alla disperata cercano di trovare il pareggio, ma nè Ronaldo nè Danilo a due passi dalla porta riescono nell’intento.

Il Benevento vince all’Allianz Stadium, prima vittoria dal 6 gennaio di quest’anno.

TABELLINO E PAGELLE

JUVENTUS-BENEVENTO 0-1

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 6; Danilo 5, Bonucci 6, De Ligt 6, Bernardeschi 5; Kulusevski 6,5, Arthur 3,5 (73’ Bentancur 5.5), Rabiot 5,5 (73’ McKennie 5.5), Chiesa 6,5; Morata 5, Ronaldo 5. All. Pirlo 5

BENEVENTO (3-5-2): Montipò 7,5; Tuia 6, Caldirola 6.5, Barba 6.5; Improta 6.5, Hetemaj 7 (83’ Dabo s.v.), Viola 6.5, Ionita 6, Foulon 5.5 (73’ Tello 6); Lapadula 6 (73’ Caprari 6), Gaich 7.5 (83’ Di Serio s.v.). All. F. Inzaghi 7,5

Arbitro: Abisso

Marcatori: 69’ Gaich (B)

Ammoniti: Bernardeschi, Bentancur (J), Tuia, Barba, Tello (B)

Continua A Leggere

Benevento

Serie A: Uno Spezia sempreVerde agguanta il Benevento

Edoardo Massetti

Pubblicata

su

Lo Spezia di Italiano acciuffa il pari contro il Benevento di Pippo Inzaghi nella sfida tra neopromosse, partita equilibrata anche se nel complesso avrebbe meritato la squadra di casa.

I liguri passano in svantaggio ma poi la riprende nella ripresa, debutto con gol nei campani per il giovane argentino Adolfo Gaich che sblocca la gara al venticinquesimo circa su assist di Viola.

Gli uomini di Italiano trovano il pari a venti minuti dal termine ci Verde che trova la giusta opportunità per battere Montipó e regalate un punto per parte.

SPEZIA (4-3-3): Zoet 5.5; Ferrer 5.5, Ismajli 5.5, Terzi 5 (1’ st Marchizza 6.5), Bastoni 6 (1’ st Erlic 6.5); Sena 6, Ricci 6, Estevez 5.5 (19’ st Maggiore 6.5); Verde 7 (40’ st Galabinov sv), Nzola 5.5 (13’ st Farias 6.5), Gyasi 6.5.

A disposizione: Krapikas, Acampora, Galabinov, Chabot, Pobega, Vignali, Agudelo, Piccoli.

All: Italiano.

BENEVENTO (3-5-2): Montipò 6; Tuia 6 (40’ st Caldirola sv), Barba 6, Glik 6; Tello 6, Viola 6.5, Ionita 6.5 (40’ st Dabo sv), Hetemaj 6, Improta 6; Caprari 6.5 (32’ st Sau sv), Gaich 7 (14’ st Moncini 6).

A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Lapadula, Foulon, Di Serio, Pastina, Diambo.

All: F. Inzaghi.

Continua A Leggere

Post In Tendenza