Connettiti con noi

Atalanta

Sassuolo-Atalanta 1-1: Gasperini regala lo scudetto all’Inter (E riapre la corsa champions)

Giorgio Bombonato

Pubblicata

su

Nella partita più attesa della giornata l’Atalanta di Gasperini non riesce a superare il Sassuolo fermandosi ad un 1-1 che sa di beffa regalando la matematica certezza di tricolore all’Inter e togliendo forse delle certezze alla Dea.

Partita caratterizzata dall’espulsione diretta al minuto 22 di Gollini che è costretto a commettere fallo da ultimo uomo su Boga costringendo i suoi a giocare tutto il resto della partita in inferiorità numerica.

L’aritmetica non sembra però essere un problema per i bergamaschi che passano in vantaggio con il solito Gosens che scaglia un potentissimo sinistro da distanza ravvicinata.

Nel secondo tempo i neroverdi trovano il pareggio con Berardi su un calcio di rigore provocato da una spallata di Toloi su Traore. Mimmo è freddissimo e riporta il risultato in parità.

Il momento clue della partita arriva però al 77’ quando viene concesso un rigore all’Atalanta per un fallo di Marlon, punito anche con la seconda ammonizione, su Muriel; lo stesso colombiano si presenta sul dischetto, ma gli astri sembrano aver già puntato gli occhi su Piazza Duomo e Consigli neutralizza il tiro.

Pareggio che sa di beffa per la Dea che non riesce a staccarsi dalle inseguitrici per la corsa champions considerando il passo falso del Napoli contro il Cagliari e facendosi raggiungere da Juventus e Milan.

Continua A Leggere

Atalanta

Atalanta-Benevento 2-0: Dea con un piede in Champions

Giorgio Bombonato

Pubblicata

su

Vittoria sicura e da grande squadra quella della Dea sul proprio campo contro un Benevento sempre più indirizzato verso un ritorno in cadetteria.

Un gol per tempo per i nerazzurri che la sbloccano con il 22esimo gol stagionale di Luis Muriel in questa Serie A servito in maniera impeccabile dal solito Malinovskyi, vera arma in più dei bergamaschi in questo finale di stagione.

Nel secondo tempo i padroni di casa gestiscono senza forzare il ritmo di gioco e riuscendo anche a raddoppiare al 67’ con Pasalic.

Streghe che hanno dimostrato di non poter competere neanche sul piano dell’intensità nonostante la salvezza in bilico (e che ora sembra veramente utopia).
D’altro canto l’Atalanta si conferma meritatamente come la seconda forza del nostro campionato e si trova sempre più vicina alla terza storica qualificazione consecutiva alla Champions League.

Pagelle

Atalanta
Gollini: S.V.
Hateboer: 6.5
Romero: 7
Palomino: 6.5
Malinovskyi: 6.5 ( dal 59’ Pasalic 7)
De Roon: 6.5
Freuler: 6
Gosens: 5.5 ( dal 59’ Djimsiti 6)
Muriel: 7 (dal 66’ Miranchuk 6)
Pessina: 6 ( dal 59’ Ilicic 5.5)
Zapata: 6.5 ( dal 89’ Lammers S.V.)

Benevento
Montipó: 5.5
Tuia: 5.5
Glik: 5
Caldirola: 4
Barba: 5.5 (dal 73’ Depaoli 6)
Dabo: 6 (dal 85’ Tello S.V.)
Viola: 5 ( dal 58’ Ionita 5.5)
Hetemaj: 6 ( dal 73’ Depaoli 5.5)
Lapadula: 4.5
Improta: 5.5
Gaich: 5 ( dal 58’ Caprari 6)

Continua A Leggere

Atalanta

Atalanta-Benevento 2-0: Dea con un piede in Champions

Giorgio Bombonato

Pubblicata

su

Vittoria sicura e da grande squadra quella della Dea sul proprio campo contro un Benevento sempre più indirizzato verso un ritorno in cadetteria.

Un gol per tempo per i nerazzurri che la sbloccano con il 22esimo gol stagionale di Luis Muriel in questa Serie A servito in maniera impeccabile dal solito Malinovskyi, vera arma in più dei bergamaschi in questo finale di stagione.

Nel secondo tempo i padroni di casa gestiscono senza forzare il ritmo di gioco e riuscendo anche a raddoppiare al 67’ con Pasalic.

Streghe che hanno dimostrato di non poter competere neanche sul piano dell’intensità nonostante la salvezza in bilico (e che ora sembra veramente utopia).
D’altro canto l’Atalanta si conferma meritatamente come la seconda forza del nostro campionato e si trova sempre più vicina alla terza storica qualificazione consecutiva alla Champions League.

Pagelle

Atalanta
Gollini: S.V.
Hateboer: 6.5
Romero: 7
Palomino: 6.5
Malinovskyi: 6.5 ( dal 59’ Pasalic 7)
De Roon: 6.5
Freuler: 6
Gosens: 5.5 ( dal 59’ Djimsiti 6)
Muriel: 7 (dal 66’ Miranchuk 6)
Pessina: 6 ( dal 59’ Ilicic 5.5)
Zapata: 6.5 ( dal 89’ Lammers S.V.)

Benevento
Montipó: 5.5
Tuia: 5.5
Glik: 5
Caldirola: 4
Barba: 5.5 (dal 73’ Depaoli 6)
Dabo: 6 (dal 85’ Tello S.V.)
Viola: 5 ( dal 58’ Ionita 5.5)
Hetemaj: 6 ( dal 73’ Depaoli 5.5)
Lapadula: 4.5
Improta: 5.5
Gaich: 5 ( dal 58’ Caprari 6)

Continua A Leggere

Atalanta

L’Atalanta inforna il Parma, la Manita arriva naturale

Avatar

Pubblicata

su

Il Parma ormai retrocesso si fa asfaltare agilmente dalla squadra di Gasperini che continua la sua corsa per la zona Champions è ora in attesa della Juve si trova al secondo posto.

Partita scontata, l’Atalanta aumenta la differenza reti fatte

Nella 35.ma giornata di Serie A, la squadra di Gasperini cala la manita contro il Parma di D’Aversa che nulla può contro il carrozzone Bergamasco.

La partita è praticamente un monologo neroazzurro, non ci sono azioni degne di nota da parte del Parma

Al Tardini infatti apre le danze Malinovskyi (12′) che sblocca la gara,  Zapata centra la traversa in modo incredibile ma cosi si chiude il primo tempo, il Parma sembra non essere sceso in campo.

Nella ripresa della partita ci pensa Pessina che raddoppia (52′) e dopo venti minuti arriva il terzo gol del solito Muriel (77′) che firma una doppietta (77′ e 86′).

Nel finale di partita vanno a segno Brunetta (78′), Sohm (88′) e Miranchuk (93′). ormai il Parma retrocesso non ha potuto fare nulla per fermare il blindato Bergamasco.

IL TABELLINO
PARMA-ATALANTA 2-5
Parma (4-3-3): Sepe; Busi, Alves, Osorio, Gagliolo (35′ st Conti); Grassi (15′ st Valenti), Sohm, Kurtic; Kucka (31′ st Camara), Cornelius (31′ st Brunetta), Gervinho (15′ st Pellè).
A disp.: Colombi, Rinaldi, Balogh, Bani, Laurini, Zagaritis, Dierckx. All.: D’Aversa
Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Palomino, Romero, Djimsiti; Maehle, De Roon, Freuler (31′ st Pasalic), Gosens (23′ st Hateboer); Ilicic (1′ st Pessina), Malinovskyi (13′ st Miranchuk); Zapata (1′ st Muriel). 
A disp.: Gelmi, Rossi, Lammers, Caldara, Kovalenko, Ruggeri. All.:Gasperini
Arbitro: Giua
Marcatori: 12′ Malinovskyi (A), 7′ st Pessina (A), 32′ st Muriel (A), 33′ st Brunetta (P), 43′ st Sohm (P), 48′ st Miranchuk (A)
Ammoniti: Grassi (P); Hateboer (A)
Espulsi: –

Continua A Leggere

Post In Tendenza