Connettiti con noi

Calcio

PremierPoint: Valanga City ad Anfield con il baby prodigio Foden

Edoardo Massetti

Pubblicata

su

LIVERPOOL 1-4 MANCHESTER CITY

La partita di cartello è quella che si aspetta per mesi e mesi e alla fine è arrivata, forse per il Liverpool era meglio aspettarla ancora perché i Reds soccombono 1-4 contro il Manchester City capolista; nel primo tempo Gundogan sbaglia un calcio di rigore ma si riprende ad inizio ripresa siglando il gol del vantaggio.

Al ventesimo del secondo tempo un rigore di Salah riporta in parità la situazione, ma al settantesimo circa viene annullato il raddoppio citizens con Stones e poi gli ospiti dilagano con i gol ancora di Gundogan e poi di Sterling e del piccolo fenomeno Foden.

https://youtu.be/J6BisOqE1i8

LEEDS 2-0 CRYSTAL PALACE

Il Leeds del “LocoBielsa ha la meglio sul Crystal Palace con un secco 2-0, la sblocca Harrison dopo appena tre minuti, poi sono vani gli assalti degli ospiti ed arriva il raddoppio di Bamford al settimo della ripresa che chiude di fatto la gara.

https://youtu.be/ACWdreL1TWI

SHEFFIELD UNITED 1-2 CHELSEA

Il Chelsea di Tuchel, subentrato da un paio di settimane all’esonerato Lampard, espugna il campo dello Sheffield United, vantaggio dei Blues solo allo scadere della prima frazione con il gioiellino Mount; ad inizio ripresa un maldestro autogol di Rudiger riporta in parità la gara ma un rigore di Jorginho a metà circa del secondo tempo chiude la contesa.

https://youtu.be/gyPpiJC00Uw

WOLVES 0-0 LEICESTER

Pareggio deludente e senza reti tra la sorpresa dello scorso anno che non si sta confermando nell’annata in corso, il Wolves, ed il Leicester che invece si conferma ormai tra le big in stile Atalanta; nemmeno l’ingresso nella ripresa del bomber Vardy che ha smaltito l’infortunio è servito a sbloccare la partita.

TOTTENHAM 2-0 WEST BROM

Il Tottenham di Mourinho vince ancora, stavolta a farne le spese è il West Brom penultimo in classifica, bastano i gol ad inizio ripresa di Kane e Son, i due fenomeni dei londinesi a dare i tre punti agli Spurs.

https://youtu.be/T2XustELr4Y

MANCHESTER UNITED 3-3 EVERTON

Pirotecnico pari tra il Manchester United di Solskjaer e l’Everton del nostro Ancelotti, Red Devils che vanno in vantaggio con Cavani, poi perdono Pogba per infortunio ma trovano comunque il raddoppio con il solito Bruno Fernandes allo scadere del primo tempo.

Nella ripresa i Toffees trovano il pareggio in tre minuti con Doucourè e James Rodriguez, poi a venti dal termine McTominay riporta avanti i padroni di casa ma non basta per al novantacinquesimo il bomber ospite Calvert-Lewin pesca il jolly su assist perfetto di Keane e pareggia i conti.

https://youtu.be/ZB6wp07_4RU

FULHAM 0-0 WEST HAM

Pareggio senza reti tra il Fulham ed il West Ham in quel di Craven Cottage, Hammers che non ne approfittano nonostante i favori del pronostico e che nel finale chiudono anche in dieci uomini per l’espulsione in pieno recupero dell’attaccante Soucek.

https://youtu.be/7C0ZZjWXnIk

NEWCASTLE 3-2 SOUTHAMPTON

Vittoria importante del Newcastle che battono in dieci uomini i Saints, per i bianconeri Willock ed Almiron danno un doppio vantaggio ma l’ex Liverpool e Salisburgo, Minamino accorcia le distanze; poi ancora Almiron riporta a due le reti di vantaggio dei Magpies.

Gli ospiti ad inizio ripresa accorcia ancora con Ward-Prose e riaprono la gara e ci credono visto che i padroni di casa restano anche in dieci per l’espulsione di Hendrick.

https://youtu.be/UnhVm9t6oWU

BURNLEY 1-1 BRIGHTON

Pari tra Burnley e Brighton, Dunk porta in vantaggio gli ospiti a dieci minuti dal termine del primo tempo, ad inizio della seconda frazione però arriva il pareggio di Gudmundsson.

ASTON VILLA 1-0 ARSENAL

L’Aston Villa batte l’Arsenal che cade ancora una volta, basta un gol di Watkins dopo appena due minuti di gioco a decidere la gara.

Continua A Leggere

Calcio

Inter batte la Roma 3-1

Avatar

Pubblicata

su

L’Inter Campione d’Italia, supera la formazione di Fonseca per 3-1, si complica la corsa per la Conference League

TABELLINO E MARCATORI

INTER (3-5-2): Radu 6,5 ; Skriniar 6, Ranocchia 6, D’Ambrosio 6; Darmian 5,5 (77′ Young), Barella 6, Brozovic 6,5 , Vecino  6,5(59′ Sensi), Perisic 6 (59′ Hakimi); Lukaku 7 , Sanchez 6,5 (35′ Lautaro Martinez; 77′ Pinamonti). All. Conte

ROMA (4-2-3-1): Fuzato 5,5; Karsdorp 6 (88′ Bruno Peres), Mancini 6 , Kumbulla 6,5, Santon 6; Darboe 6 (88′ Carles Perez), Cristante 6,5 (76′ Villar); Pedro 6 (46′ El Shaarawy), Pellegrini 6, Mkhitaryan 6,5; Dzeko 6,5. All. Fonseca

Ammoniti: Darboe (R), Santon (R), Kumbulla (R)

Marcatori : 11′ Brozovic (I), 20′ Vecino (I), 31′ Mkhitaryan (R), 90′ Lukaku (I)

San Siro teatro di una partita molto divertente, dove l’Inter conquista la 15esima vittoria casalinga, mettendo in crisi la Roma per la corsa Europea.

Anche se la Roma parte bene, il vantaggio al minuto 11’ è di fattura nerazzurra, Sanchez appoggia per Darmian, che si allunga a trova Brozovic che supera Fuzato.

La Roma cerca il pari, però al 20esimo Vecino, servito da Romero Lukaku, trova la palla del 2-0.

Al 31’ Mkhitaryan accorcia le distanze, Dzeko lo serve al bacio e l’armeno spacca in 2 la difesa interista.

L’inter però controlla la gara e nel finale trova anche il terzo sussulto con Romero Lukaku, dopo l’involata di Hakimi che serve agilmente il belga, gol numero 22 in campionato

Continua A Leggere

Calcio

Torino-Milan, quando il diavolo veste Seven!

Alemanno Luca

Pubblicata

su

No, questa volta la Roma non c’entra nulla ed il risultato tennistico arriva direttamente da Torino dove il Milan umilia anche i cugini dei bianconeri nell’impresa all’Allianz Stadium. Nella 36a giornata di Serie A il Milan rifila sul campo granata, 7 granate che valgono quasi la Champions League ed il risultato resterà nella storia.

Nel primo tempo in 5 minuti ci pensano Theo e Kessie a terminare la prima frazione di gioco per 2 reti a 0. Nella ripresa si aprono le danze della mattanza al Toro: Diaz, ancora Theo ed una tripletta di Rebic tuonano contro un Cairo che ora resta a 4 punti sopra il Benevento in una zona di salvezza ma non ancora solida ( da recuperare anche il match contro la Lazio )

TORINO: Sirigu, Bremer, Lyanco, Buongiorno, Singo, Baselli (56′ Rincon), Mandragora, Linetty (56′ Verdi), Rodriguez (56′ Ansaldi), Zaza, Bonazzoli. 

A disp.: Sava, Ujkani, Ansaldi, Lukic, Belotti, Sanabria, Verdi Vojvoda, Rincon. All.: Nicola.

MILAN: G. Donnarumma, Calabria, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez (70′ Dalot), Bennacer (46′ Meite), Kessie, Castillejo, Diaz (63′ Krunic), Calhanoglu (70′ Leao), Rebic (80′ Mandzukic). 

A disp.: A. Donnarumma, Tatarusanu, Gabbia, Kalulu, Romagnoli, Hauge, Maldini. All.: Pioli. 

RETI: 19′, 62′ Theo Hernandez, 26′ Kessie, 60′ Brahim Diaz, 62′, 72, 79′ Rebic

ARBITRO: Marco Guida di Torre Annunziata

AMMONITI: Baselli (T), Linetty (T) – Bennacer (M)

Continua A Leggere

Calcio

Lazio-Parma, Immobile salva l’Europa Zone

Alemanno Luca

Pubblicata

su

Lazio-Parma è stata una partita priva di emozioni peggio che guardare un acquario con 2 pesci rossi per 95 minuti di gioco e qualche spavento sia da una parte che dall’altra.

I biancocelesti partono bene con una rosa del tutto rivoluzionata e con molte seconde scelte più un Muriqi in vacanza romana. Una traversa di Luis Alberto è stata l’occasione più emozionante del comparto biancoceleste mentre 2 sono i legni dei crociati nel secondo tempo tra i quali uno interno con Strakosha spiazzato ed il secondo su una grande parata del portiere albanese che evita il tracollo di una formazione in balia del catenaccio di D’Aversa.

La 36a giornata di Serie A termina con 3 punti per la banda di Inzaghi che lasciano ancora aperto uno spiraglio per la Champions League con tutte le altre che vincono in alto ma con una matematica che non ha ancora condannato i biancocelesti. Ci pensa Ciro Immobile al 95imo minuto di gioco a siglare la rete della vittoria con un’azione agevolata da più rimpalli nella difesa a 11 ospite.

LAZIO-PARMA 1-0

Marcatore: 90’+5′ Immobile

LAZIO (3-5-2) – Strakosha; Patric (79′ Caicedo), Acerbi, Radu (57′ Luiz Felipe); Lazzari, Parolo (73′ Akpa Akpro), Cataldi (57′ Escalante), Luis Alberto, Fares; Immobile, Muriqi (57′ Correa)

A disp.: Reina, Alia, Marusic, Lulic

All.: Simone Inzaghi

PARMA (5-3-2) – Sepe; Busi, Dierckx, Bani (84′ Osorio), Valenti, Gagliolo (62′ Laurini); Sohm (84′ Grassi), Hernani, Kurtic; Brunetta (83′ Traore), Pellè (73′ Cornelius)

A disp.: Colombi, Rinaldi, Alves, Balogh, Zagaritis, Camara

All.: Roberto D’Aversa

Arbitro: Federico Dionisi (sez. L’Aquila)

Assistenti: Sechi – Avalos 

IV uomo: Giua

V.A.R.: Piccinini 

A.V.A.R.Passeri

NOTE. Ammoniti: 10′ Brunetta (P), 92’+2′ Hernani (P)

Recupero: 2′ pt, 5′ st

Serie A TIM 2020-2021 | 36ª giornata

Mercoledì 12 maggio 2021, ore 20:45

Stadio Olimpico di Roma 

Continua A Leggere

Post In Tendenza