Connettiti con noi

MotoGP

Miguel Olivera in Pole Position a Portimao

Avatar

Pubblicata

su

Miguel Olivera in Pole Position a Portimao per la MotoGP, riesce a battere nel finale Franco Morbidelli.

L’ultima qualifica della stagione 2020 porta la firma di Miguel Olivera, il portoghese sulla pista di casa riesce a portare il miglior tempo. Il pilota della KTM ha fermato il cronometro sul 1’38″892, posizionandosi davanti a Franco Morbidelli di appena 44 millesimi. Terzo Jack Miller, con la sua Pramac.

Apre la seconda fila, Cal Crurchlow con la Honda, Fabio Quartararo con la Yamaha Petronas e Stefan Bradl su Honda. Invece la terza fila è aperta da Joan Zarco, poi Vinales e Pol Espargaro. Gli italiani, Andrea Dovizioso in dodicesima posizione, Pecco Bagnaia quindicesimo, Valentino Rossi diciassettesimo e Danilo Petrucci diciottesmimo. Le Suzuki, sono molto indietro, Alex Rins in decima posizione, mentre in ventesima posizione Joan Mir.

Miguel Olivera in Pole Position a Portimao per lui quinta pole in carriera, la prima in MotoGP.

Per quanto riguarda la Moto2, Remy Garden ha conquistato la pole, davanti a Luca Marini e Di Giannantonio, Enea Bastianini quarto, Sam Lowes quinto e Marco Bezzecchi dodicesimo.

Per la Moto3 invece, Raul Fernandez partirà davanti a tutti, davanti ad Alcoba e Sazaki, Nicolò Antonelli settimo, Dennis Foggia ottavo, Celestino Vietti quattordicesimo, mentre Tony Arbolino non si è qualificato per la Q2 e partirà dalla casella 27.

Continua A Leggere

MotoGP

Moto GP Portimao: Vince Oliveira , MIller e Morbidelli sul podio.

Gabriele Tavacca

Pubblicata

su

Oliveira chiude il Motomondiale

Il portoghese Oliveira sigla l’ultima gara del motomondiale con una vittoria , subito dietro seguono Miller e Morbidelli. Dovizioso sesto che chiude cosi il suo ultimo anno in GP (prenderà un anno sabbatico) e infine il Dottore lascerà la Yamaha per aggregarsi nel 2021 al team Petronas.

Dietro il padrone di casa Oliveira e alla coppia MIller Morbidelli seguono Pol Espargaro 4° davanti alla Honda di Takaaki Nakagami e alla Ducati di Andrea Dovizioso, che dice addio alla MotoGP regalando il titolo costruttori alla casa di Borgo Panigale. A chiudere tra i migliori dieci anche Aleix Espargaro, Stefan Bradl, Alex Marquez e Johann Zarco.  Valentino Rossi solo 12esimo

Bagnaia va out per una probabile lussazione alla spalla e fuori anche Mir. Ducati vince il titolo come miglior costruttore.

 “Dovevo solo partire e gestire – ha detto Oliveira nel post gara – sono molto contento per questa vittoria. KTM è una moto che può essere guidata in tanti modi, ma questa pista aveva bisogno di qualcosa di diverso. Quest’anno ho sempre avuto quel retrogusto in bocca che mi avvicinava al successo, ma nonostante le brutte domeniche siamo riusciti a raccogliere dati importanti che ci hanno permesso di fare un passo avanti. Titolo MotoGP? Sono pronto a giocarmelo, ma dovrò essere più volte sul podio”.

Oliveira oggi è stato di un altro livello, – ammette Miller – ho provato a gestire la gara ma è riuscito ad andare in fuga. Io e Morbidelli abbiamo avuto un buon passo, ho dato il massimo. E’ stato difficile superare, più di quanto mi aspettassi, ho cercato di gestire la situazione e sono riuscito a sfruttare il buco nell’ultimo giro. L’anno prossimo torneremo più forti di prima, penso di poter dire la mia la prossima stagione. Grazie al team Pramac, mi hanno portato ad un gran

Continua A Leggere

MotoGP

Moto GP.: MIR è campione del mondo!!! Morbidelli trionfa a Valencia.

Gabriele Tavacca

Pubblicata

su

Mir campione del mondo

Festa a Valencia: Joan Mir conquista il titolo della MotoGP, riportando la Suzuki in vetta al mondo a 20 anni dal mondiale di Kenny Roberts Jr, e Franco Morbidelli centra il terzo successo stagionale.

Mir è il nuovo campione del mondo della MotoGP: lo spagnolo della Suzuki chiude il GP Valencia in settima posizione, sale a 171 punti e vince il suo primo titolo in top class con una gara di anticipo . La vittoria del Gran Premio va a Morbidelli davanti a Miller e Pol Espargaro’: il pilota Petronas adesso è al secondo posto nella classifica del Mondiale (-29 sul campione Mir). 8° Dovizioso, 11° Bagnaia, 12° Rossi, 15° Petrucci.

Parla vale:

Il dottore parla cosi della sua gara: “Finalmente ho finito una gara, era necessario e non sono mai stato così contento per un 12° posto – dice Valentino -. In certi casi devi fare così, passo dopo passo, qui abbiamo sempre sofferto per il grip, ma in gara siamo andati un po’ meglio e sono stato sempre costante. Per il futuro la Yamaha deve lavorare molto, è vero che il motore sarà sigillato per il 2021, ma si può intervenire attorno: sull’aerodinamica, le ali, il corpo farfallato. Ci sono delle parti dove poter intervenire e crescere, perché abbiamo un motore non veloce e nemmeno affidabile, poi soffriamo sempre per il grip dietro e non abbiamo capito qualcosa con questa gomma”.

Infine un commento sulla grande vittoria di Morbidelli: “Ha fatto una stagione incredibile fin dall’inizio, anche psicologicamente è cresciuto tanto. L’anno scorso ha patito un po’ la straordinaria stagione di Fabio Quartararo in squadra, ma ha reagito alla grande: l’anno prossimo sarà un problema per tutti”.

Il Dovi elogia Mir:

“È stata una stagione strana e difficile per tutti i piloti; per alcuni lo è stata di più, per altri meno. Alla fine Suzuki e Mir si sono meritati il titolo, hanno lavorato nella maniera giusta. Sono stati il mix più consistente questa stagione”. 

Continua A Leggere

MotoGP

Moto Gp: Andrea Iannone si rovina la carriera.

Avatar

Pubblicata

su

È arrivata oggi la sentenza del Tas;

il pilota italiano di moto GP Andrea Iannone è stato ufficialmente sospeso dalle gare per 4 anni a partire dal 17 dicembre.

La causale della sospensione è una positività al test antidoping.

Continua A Leggere

Post In Tendenza