Connettiti con noi

Calcio

Lazio-Crotone: Inzaghi vs Cosmi, i numeri e le formazioni

Alemanno Luca

Pubblicata

su

La ventisettesima giornata di Serie A si aprirà con Lazio-Crotone con un orario scomodo in caso ci fosse stato il pubblico: venerdì 12 Marzo alle ore 15.00.

Sarà un Simone Inzaghi contro il grande ritorno in Serie A di Serse Cosmi, una sfida per il neo allenatore calabrese che incontra sul suo cammino la Lazio la quindicesima volta collezionando solamente una vittoria nel 3-0 del 2016 sulla panchina dell’Udinese. Il resto delle partite si contano 3 pareggi e 10 sconfitte ( Siena, Lecce, Perugia, Palermo e Livorno ). 3 sono invece le vittorie del tecnico piacentino contro i rossoblu, con una sconfitta rimediata nel 3-1 del 2017 ed il pareggio del 2018.

Dati tra le due squadre che sono già stati riportati con le statistiche del tecnico biancoceleste in quanto il debutto di Lazio-Crotone in Serie A ( non si sono mai scontrate in altre competizioni ), risale appunto l’8 Gennaio 2017 con i biancocelesti vittoriosi tra le mura di casa grazie al Gol di Ciro Immobile ( in quella partita Lucas Biglia sbaglia un rigore per la Lazio ed un rigore sbagliato anche da Marco Festa per i crotonesi ).

Si giocherà all’Olimpico di Roma con gli ospiti che hanno sempre perso visto che il pareggio e la vittoria, sono state centrate tra le mura calabresi.

Come Arrivano le squadre

La compagine di casa deve archiviare assolutamente le sconfitte degli ultimi match e cercare di recuperare terreno in classifica se vogliono continuare a sognare il quarto posto ( obiettivo stagionale ). Al momento la rosa laziale deve recuperare il match contro il Torino ( ancora non si è deciso il rinvio o la vittoria a tavolino ). A pari partite disputate, ed un settimo posto (43 punti )non a rischio, al sesto posto vi è il Napoli ( deve recuperare il match contro la Juventus ) a quota 47 punti con l’Atalanta e la Roma che occupano rispettivamente quinto e quarto posto ( 49 e 50 punti ).

Serse Cosmi invece ha il compito di salvare il salvabile visto che i suoi uomini sono il fanalino di coda con 15 punti e la zona salvezza, occupata dal Cagliari, dista 7 punti.

Probabili formazioni

2 sono le assenze per Simone Inzaghi con Luiz Felipe e Lazzari fermi ai box ed un recupero importante per la difesa: Stefan Radu che dovrebbe partire dal primo minuto. Il ritorno in Champions League contro il Bayern Monaco potrebbe vedere la Lazio un po’ rivoluzionata ma non troppo. A quanto si apprende, il modulo resta il classico 3-5-2. Confermato tra i pali Pepe Reina nonostante le prestazioni deludenti delle ultime gare, Acerbi riprenderà il posto occupato da Marusic nel centrodestra come avvenuto contro la Juventus. Hoedt e Radu completano la difesa, anche se si potrebbe rivedere in campo Musacchio al posto del romeno. Invariato il centrocampo e l’attacco.

Per gli ospiti dovrebbero essere 3 gli assenti anche se sono vicini al recupero: Benali, Vulic e Cigarini. Stessa formazione per Serse Cosmi con il 3-5-2 visto contro il Torino. Cordaz sarà tra i pali ed il terzetto difensivo composto da Magallan, Golemic e Luperto. Cuomo e Djidji partiranno dalla panchina.

Centrocampo rivoluzionato con Petriccone e Zanellato che ritrova la maglia da titolare. Insostituibile Messias nel ruolo di centrocampista che agirà con Molina come mezz’ala.

Lazio (3-5-2): Reina; Radu, Hoedt, Acerbi; Lulic, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Fares; Immobile, Correa. All. Inzaghi

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Golemic, Luperto; Pereira, Molina, Petriccione, Messias, Reca; Simy, Ounas. All. Cosmi.

Simone Inzaghi: ” Rivoglio la vera Lazio!”

Simone Inzaghi, è intervenuto nella consueta conferenza stampa con parole chiare e coincise: vincere!:

“Affrontiamo una squadra reduce da un’ottima vittoria e che ha cambiato allenatore da poco tempo. Il Crotone gioca bene a calcio, farà certamente la sua partita, dovremo approcciare bene al confronto poiché siamo reduci da un periodo delicato, dovremo tornare alla vittoria ma non sarà semplice.

Abbiamo perso contro la Juventus in malo modo, avevamo giocato il primo tempo al meglio: ci siamo disuniti dopo aver subito il gol del pareggio. La gara dell’Allianz Stadium, però, rappresenta ormai il passato, ora dobbiamo guardare al futuro, che si chiama Crotone: sarà una gara da approcciare nel migliore dei modi.

La squadra ha lavorato bene in questi giorni, oggi disputeremo l’ultima seduta, che sarà utile per valutare i giocatori a disposizione, cercheremo di fare una partita da vera Lazio.

Immobile si è meritato la vittoria della Scarpa d’oro per tutto il lavoro svolto in questi anni. Dell’uomo dietro al calciatore ne ha parlato benissimo ieri il Presidente Lotito. Sono felice che abbia ringraziato i suoi compagni di squadra, ma non avevo dubbi: è anche grazie a loro aiuto se è riuscito ad ottenere un riconoscimento tanto prestigioso”.

Designazione e Statistiche

La 27ª giornata di Serie A TIM Lazio-Crotone, in programma domani, venerdì 12 marzo 2021 alle ore 15:00 allo Stadio Olimpico di Roma, sarà diretta dal signor Antonio Rapuano (sez. di Rimini).

Assistenti: Prenna – Capaldo

IV uomo: Giua

V.A.R.: Di Paolo

A.V.A.R.: Di Iorio

Il direttore di gara classe 1985 non ha mai arbitrato un incontro della Prima Squadra della Capitale. In due occasioni, invece, ha diretto il Crotone con una vittoria ed un pareggio (entrambe le gare sono state disputate nel campionato di Serie B).

Non sarà però la prima volta dell’arbitro riminese all’Olimpico. Era infatti lui il direttore di gara della finale di ritorno della Coppa Italia Primavera 2015: il derby Lazio-Roma terminò con il risultato di 2-0, in virtù della doppietta di Oikonomidis, che consentì ai biancocelesti di rbaltare la sconfitta per 1-0 dell’andata ed alzare al cielo il trofeo. Il tecnico allora al timone dell’Under-19 laziale era proprio Simone Inzaghi.

Continua A Leggere

Calcio

Inter batte la Roma 3-1

Avatar

Pubblicata

su

L’Inter Campione d’Italia, supera la formazione di Fonseca per 3-1, si complica la corsa per la Conference League

TABELLINO E MARCATORI

INTER (3-5-2): Radu 6,5 ; Skriniar 6, Ranocchia 6, D’Ambrosio 6; Darmian 5,5 (77′ Young), Barella 6, Brozovic 6,5 , Vecino  6,5(59′ Sensi), Perisic 6 (59′ Hakimi); Lukaku 7 , Sanchez 6,5 (35′ Lautaro Martinez; 77′ Pinamonti). All. Conte

ROMA (4-2-3-1): Fuzato 5,5; Karsdorp 6 (88′ Bruno Peres), Mancini 6 , Kumbulla 6,5, Santon 6; Darboe 6 (88′ Carles Perez), Cristante 6,5 (76′ Villar); Pedro 6 (46′ El Shaarawy), Pellegrini 6, Mkhitaryan 6,5; Dzeko 6,5. All. Fonseca

Ammoniti: Darboe (R), Santon (R), Kumbulla (R)

Marcatori : 11′ Brozovic (I), 20′ Vecino (I), 31′ Mkhitaryan (R), 90′ Lukaku (I)

San Siro teatro di una partita molto divertente, dove l’Inter conquista la 15esima vittoria casalinga, mettendo in crisi la Roma per la corsa Europea.

Anche se la Roma parte bene, il vantaggio al minuto 11’ è di fattura nerazzurra, Sanchez appoggia per Darmian, che si allunga a trova Brozovic che supera Fuzato.

La Roma cerca il pari, però al 20esimo Vecino, servito da Romero Lukaku, trova la palla del 2-0.

Al 31’ Mkhitaryan accorcia le distanze, Dzeko lo serve al bacio e l’armeno spacca in 2 la difesa interista.

L’inter però controlla la gara e nel finale trova anche il terzo sussulto con Romero Lukaku, dopo l’involata di Hakimi che serve agilmente il belga, gol numero 22 in campionato

Continua A Leggere

Calcio

Torino-Milan, quando il diavolo veste Seven!

Alemanno Luca

Pubblicata

su

No, questa volta la Roma non c’entra nulla ed il risultato tennistico arriva direttamente da Torino dove il Milan umilia anche i cugini dei bianconeri nell’impresa all’Allianz Stadium. Nella 36a giornata di Serie A il Milan rifila sul campo granata, 7 granate che valgono quasi la Champions League ed il risultato resterà nella storia.

Nel primo tempo in 5 minuti ci pensano Theo e Kessie a terminare la prima frazione di gioco per 2 reti a 0. Nella ripresa si aprono le danze della mattanza al Toro: Diaz, ancora Theo ed una tripletta di Rebic tuonano contro un Cairo che ora resta a 4 punti sopra il Benevento in una zona di salvezza ma non ancora solida ( da recuperare anche il match contro la Lazio )

TORINO: Sirigu, Bremer, Lyanco, Buongiorno, Singo, Baselli (56′ Rincon), Mandragora, Linetty (56′ Verdi), Rodriguez (56′ Ansaldi), Zaza, Bonazzoli. 

A disp.: Sava, Ujkani, Ansaldi, Lukic, Belotti, Sanabria, Verdi Vojvoda, Rincon. All.: Nicola.

MILAN: G. Donnarumma, Calabria, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez (70′ Dalot), Bennacer (46′ Meite), Kessie, Castillejo, Diaz (63′ Krunic), Calhanoglu (70′ Leao), Rebic (80′ Mandzukic). 

A disp.: A. Donnarumma, Tatarusanu, Gabbia, Kalulu, Romagnoli, Hauge, Maldini. All.: Pioli. 

RETI: 19′, 62′ Theo Hernandez, 26′ Kessie, 60′ Brahim Diaz, 62′, 72, 79′ Rebic

ARBITRO: Marco Guida di Torre Annunziata

AMMONITI: Baselli (T), Linetty (T) – Bennacer (M)

Continua A Leggere

Calcio

Lazio-Parma, Immobile salva l’Europa Zone

Alemanno Luca

Pubblicata

su

Lazio-Parma è stata una partita priva di emozioni peggio che guardare un acquario con 2 pesci rossi per 95 minuti di gioco e qualche spavento sia da una parte che dall’altra.

I biancocelesti partono bene con una rosa del tutto rivoluzionata e con molte seconde scelte più un Muriqi in vacanza romana. Una traversa di Luis Alberto è stata l’occasione più emozionante del comparto biancoceleste mentre 2 sono i legni dei crociati nel secondo tempo tra i quali uno interno con Strakosha spiazzato ed il secondo su una grande parata del portiere albanese che evita il tracollo di una formazione in balia del catenaccio di D’Aversa.

La 36a giornata di Serie A termina con 3 punti per la banda di Inzaghi che lasciano ancora aperto uno spiraglio per la Champions League con tutte le altre che vincono in alto ma con una matematica che non ha ancora condannato i biancocelesti. Ci pensa Ciro Immobile al 95imo minuto di gioco a siglare la rete della vittoria con un’azione agevolata da più rimpalli nella difesa a 11 ospite.

LAZIO-PARMA 1-0

Marcatore: 90’+5′ Immobile

LAZIO (3-5-2) – Strakosha; Patric (79′ Caicedo), Acerbi, Radu (57′ Luiz Felipe); Lazzari, Parolo (73′ Akpa Akpro), Cataldi (57′ Escalante), Luis Alberto, Fares; Immobile, Muriqi (57′ Correa)

A disp.: Reina, Alia, Marusic, Lulic

All.: Simone Inzaghi

PARMA (5-3-2) – Sepe; Busi, Dierckx, Bani (84′ Osorio), Valenti, Gagliolo (62′ Laurini); Sohm (84′ Grassi), Hernani, Kurtic; Brunetta (83′ Traore), Pellè (73′ Cornelius)

A disp.: Colombi, Rinaldi, Alves, Balogh, Zagaritis, Camara

All.: Roberto D’Aversa

Arbitro: Federico Dionisi (sez. L’Aquila)

Assistenti: Sechi – Avalos 

IV uomo: Giua

V.A.R.: Piccinini 

A.V.A.R.Passeri

NOTE. Ammoniti: 10′ Brunetta (P), 92’+2′ Hernani (P)

Recupero: 2′ pt, 5′ st

Serie A TIM 2020-2021 | 36ª giornata

Mercoledì 12 maggio 2021, ore 20:45

Stadio Olimpico di Roma 

Continua A Leggere

Post In Tendenza