Connettiti con noi

Cagliari

Darmian abbatte il muro del Cagliari e l’Inter vola.

Alessandro Gattulli

Pubblicata

su

A San Siro l’Inter vuole mettere un punto definitivo sul campionato e avvicinarsi ancora di più allo scudetto.

Conte deve rinunciare a Barella squalificato e concede un turno di riposo a Hakimi e Lautaro Martinez.

Semplici schiera Vicario al posto di Cragno, contagiato dal Covid.

Primo tempo

L’Inter si prende subito il possesso del campo e schiaccia il Cagliari che però crea tanta densità e difende bene.

Eriksen è il più attivo nel primo tempo e ci prova con tante conclusioni da fuori ma trova sempre Vicario prontissimo a respingere.

I sardi non creano nulla nel primo tempo limitandosi a difendere a concedere pochissimo alla formazione di casa.

Secondo tempo

Sulla stessa trama del primo tempo Vicario è ancora protagonista e nega tutto a Lukaku e Eriksen.

Conte per smuovere qualcosa in fase offensiva inserisce Hakimi e Lautaro Martinez al posto di Young e Sanchez.

Ed è proprio il marocchino ad essere decisivo al 77′. Lukaku pesca l’inserimento dell’ex Borussia che sul secondo palo trova Darmian pronto a battere in rete per l’1-0.

Il Cagliari prova l’assalto finale ma senza creare grossi problemi alla porta di Handanovic.

Tabellino

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian (84′ D’Ambrosio), Sensi (81′ Vecino), Brozovic, Eriksen (81′ Gagliardini), Young (70′ Hakimi); Sanchez (70′ Lautaro Martinez), Lukaku. A disposizione: Padelli, Radu, Ranocchia, Perisic, Pinamonti. Allenatore: Conte.

CAGLIARI (3-5-2): Vicario; Rugani (85′ Simeone), Godin, Carboni; Zappa (91′ Cerri), Marin, Nainggolan, Duncan (72′ Asamoah), Nandez; Pavoletti (91′ Pereiro), Joao Pedro. A disposizione: Aresti, Ciocci, Tripaldelli, Klavan, Calabresi, Lykogiannis, Walukiewicz. Allenatore: Semplici.

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

MARCATORI: 77′ Darmian (I)

NOTE: Ammoniti Brozovic (I); Nainggolan (C). Recupero: 1′ – 3′.

Pagelle

Darmian 7: Quando gioca si fa trovare sempre pronto, anche oggi tra i migliori.

Hakimi 7: Guida la grande azione del vantaggio e quando entra cambia tutto.

Brozovic 6,5: Partita in ufficio e di grande intelligenza tattica, sempre in crescita.

Vicario 7: Ottimo esordio per la riserva di Cragno.

Continua A Leggere

Benevento

Il Cagliari vince e manda all’inferno il Benevento.

Alessandro Gattulli

Pubblicata

su

Il Cagliari si porta a casa 3 punti e vola a quota 35, il Benevento, che non sembra più in grado di vincere, rimane terzultimo a 31, distante 3 lunghezze dallo Spezia.

I sardi partono alla grande grazie a Lykogiannis che, su schema da corner, batte Montipò con un tiro da fuori dopo soli 40 secondi di gioco.

Le streghe rispondono al 16′ con il gol di Lapadula e la partita rimane in perfetto equilibrio fino al gol di testa di Pavoletti che riporta in vantaggio gli ospiti. Nel finale c’è spazio anche per il terzo gol con il contropiede degli uomini di Semplici che sfruttano la velocità di Nandez, bravo a servire a porta spalancata Joao Pedro che non può sbagliare il 3-1.

Per il Benevento la situazione è critica, e per raggiungere l’obbiettivo salvezza è necessario un miracolo sportivo. Le prossime partite, più decisive che mai, saranno contro Atalanta, Crotone e Torino, con l’obbiettivo di portare a casa almeno 6 punti.

In casa Cagliari invece si può tirare un sospiro di sollievo perché il recente filotto di risultati utili ha permesso ai rossoblu di uscire dalla zona critica e di andare a giocare con grande autostima le prossime partite contro Fiorentina, Milan e Genoa.

Tabellino

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò 5.5; Depaoli 5 (dal 72′ Letizia), Glik 6, Caldirola 5.5, Barba 5; Hetemaj 6 (dal 71′ Improta S.V), Schiattarella 5.5 (dal 67′ Viola 6), Ionita 5.5; Insigne 5.5 (dal 66′ Gaich 5.5), Caprari 6.5 (dal’ 77′ Di Serio 5.5); Lapadula 7.
Allenatore: Inzaghi

CAGLIARI (3-4-1-2): Cragno 7; Ceppitelli 5, Godin 5.5, Carboni 5 (dal 46′ Zappa 6); Nandez 7.5, Deiola 5.5 (dall’88’ Rugani S.V), Marin 6, Lykogiannis 7 (dal 77′ Asamoah 5.5); Nainggolan 6; Joao Pedro 6.5, Pavoletti 7 (90’+6 Cerri S.V).
Allenatore: Semplici

ARBITRO: Daniele Doveri.
RETI: 1′ Lykogiannis, 17′ Lapadula, 64′ Pavoletti, 90’+3 Joao Pedro.
AMMONIZIONI: Schiattarella, Deiola, Tello.

Continua A Leggere

Cagliari

Il Cagliari supera la Roma 3-2

Avatar

Pubblicata

su

La Roma con la testa all’Europa, il Cagliari in piena lotta salvezza, raggiunge il Benevento.

TABELLINO E MARCATORI

CAGLIARI (3-4-1-2): Vicario 6,5 ; Ceppitelli 6, Godin 6, Carboni 5,5 ; Nandez 6, Marin 6,5 (82′ Duncan), Deiola 5, Lykogiannis 6,5 (75′ Zappa); Joao Pedro 7; Pavoletti 5 (75′ Cerri), Simeone 5,5 (82′ Simeone). All. Semplici

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez 6; Mancini 5,5, Smalling 5,5 (59′ Cristante), Fazio 6; Santon 5 (59′ Karsdorp), Villar 5, Diawara 4,5 (75′ Veretout), Bruno Peres 5 (46′ Spinazzola); Carles Perez 6, Pellegrini 5,5 (59′ Mkhitaryan); Borja Mayoral 5. All. Fonseca

Marcatori 4′ Lykogiannis (C), 27′ C. Perez (R), 57′ Marin (C), 64′ Joao Pedro (C), 69′ Fazio (R)

Ammoniti: Marin, Simeone, Cristante

Resoconto della gara

Il Cagliari conquista 3 punti d’oro in ottica salvezza e raggiunge il Benevento, vincendo contro la Roma, per Fonseca ampio turn-over in funzione della sfida di Manchester, con il ritorno di Santon , Smalling e Fazio dal primo minuto.

Il Cagliari va subito in vantaggio dopo 4 minuti con Lykogiannis, che sfrutta il  taglio in mezzo di Nandez, con la difesa della Roma che ha lasciato molto spazio al gioco del Cagliari.

La Roma però dopo il vantaggio, cerca un po’ di salire con la pressione e riesce a trovare il gol del pari con Carles Perez, trova prima il palo e poi la realizzazione del gol del pareggio.

Prima dell’intervallo Fazio di testa sfiora il vantaggio romanista, mentre Godin, di testa va vicino al 2-1 del Cagliari.

Secondo tempo

Il Cagliari però riprende con lo stesso piglio dei minuti iniziali del primo tempo, Marin spara dai 25 metri, riportando i sardi in vantaggio, perciò Fonseca prova a riaddrizzare la gara con un triplo cambio, Cristante, Mkhitaryan e Veretout, ma non basta, Joao Pedro anticipa tutti di testa per il 3-1. A poco più di 20 dalla fine Faziodi testa accorcia le distanze, ma da questo momento la partita diventa dura, con molto agonismo ma poche occasioni degne di nota, il Cagliari respira e sogna ancora di rimanere in serie A, la Roma deve aggrapparsi all’Europa League per sperare nelle competizioni europee della prossima stagione 

Continua A Leggere

Cagliari

Il Cagliari fa di tutto per salvarsi.

Gabriele Tavacca

Pubblicata

su

Il Cagliari prova a salvarsi all'ultimo.

Il match di oggi tra Udinese e Cagliari ha visto trionfare i sardi con il risultato di 1 a 0.

Seconda vittoria consecutiva dei sardi che si riavvicinano alla zona salvezza. Una rete annullata al brasiliano che segna su rigore il gol che fa tornare le speranze ai Casteddù.

Il match per tutto il primo tempo è rimasto fissato sullo 0 a 0 ma da segnalare è la rete di Joao pedro che però non viene convalidata dal VAR.

Al minuto 55′ del secondo tempo è GOL per il Cagliari .

Rigore di Joao Pedro. Musso indovina l’angolo, la tocca senza riuscire a respingerla, Joao Pedro non sbaglia dagli 11 metri.

La prossima giornata, la squadra di Gotti sarà protagonista match a Benevento mentre i ragazzi di Semplici affronteranno la Roma di Fonseca.

Il Cagliari attualmente si trova al 18 posto con 28 punti (Zona retrocessione) , mentre l’udinese è 12 con 36 punti.

UDINESE-CAGLIARI 0-1PUBBLICITÀ

Marcatori: 54′ Joao Pedro rig. (C)

UDINESE (3-5-2): Musso 6; Becao 5,5, Bonifazi 5,5, Nuytinck 5,5 (79′ Braaf sv); Molina 5, Pereyra 6 (86′ Llorente sv), Wallace 6, Arslan 5,5, Stryger Larsen 5,5 (86′ Ouwejan sv); Okaka 5,5, Forestieri 5,5 (60′ Nestorovski 5). 

A disp.: Scuffet, Gasparini, Samir, Makengo, Micin, De Maio, Zeegelaar. 

All. Gotti.

CAGLIARI (3-5-2): Vicario 6,5; Ceppitelli 6, Godin 6,5, Carboni 6,5; Nandez 6, Marin 6,5 (87′ Marin sv), Nainggolan 6, Deiola 5,5 (76′ Duncan sv), Asamoah 6,5; Joao Pedro 7 (77′ Simeone sv), Pavoletti 5,5 (90′ Rugani sv).

 A disposizione: Aresti, Ciocci; Calabresi, Klavan, Lykogiannis, Walukiewicz; Duncan; Cerri, Pereiro 

Allenatore: Semplici.

Arbitro: Guida

Ammoniti: Pavoletti (C), Nainggolan (C)

Migliore in campo: Joao Pedro

Peggiore in campo: Molina

Continua A Leggere

Post In Tendenza