Connettiti con noi

Calcio

Rie”B”logo: Empoli schiacciasassi e al primo giro di boa tutte le squadre in 20 punti!

Matteo De Angelis

Pubblicata

su

Chievo 2-1 Virtus Entella

La 18′ giornata si apre con la partita tra Chievo ed Entella che vede trionfare i veronesi abbastanza agevolmente; è infatti la squadra di Aglietti a piazzare un uno-due micidiale ad inizio ripresa firmato prima dall’ex conoscenza della nostra Serie A Ciciretti al 49′ e poi da De Luca appena 4 minuti dopo; l’Entella prova ad accorciare le distanze al 76′ con Brunori ma ormai è troppo tardi.

Chievo sempre più in zona playoff e Virtus sempre più in zona retrocessione.


Vicenza 0-0 Frosinone

Triste pareggio tra due squadre che hanno veramente poco da dire; il Vicenza ha enormi difficoltà in fase difensiva mentre il Frosinone fatica troppo sotto porta, le due cose sembrano annullarsi ed esce così un noioso 0-0.

Frosinone vicino alla zona playoff mentre il Vicenza continua vagare nelle zone di metà classifica.


Pisa 1-0 Brescia

Scontro diretto e sorpasso in classifica dei toscani ai danni dei lombardi. Il Pisa supera il Brescia con 1 rete di scarto portandosi a +2 sui biancoblu. Una seconda sconfitta consecutiva per l’ex squadra di Balotelli targata dal gol di Lisi al 21′ minuto di gioco che regala l’ottavo risultato utile di fila dopo la sconfitta contro la Spal del 5 Dicembre 2020.

Pordenone 2-0 Venezia

Altro scambio di classifica in Serie B dove il Pordenone sale a quota 27 ai danni del Venezia che resta a quota 25. Ad aprire il match dopo 34 minuti di gioco è Diaw su calcio di rigore. Nella ripresa al 74esimo minuto di gioco chiude il match Ciurria. 3 vittoria consecutiva per i neroverdi con i Friulani che racimolano solo 4 punti nelle ultime 7 gare.

Reggina 0-1 Lecce

Al Granillo di Reggio Calabria vittoria di misura dei salentini, decide al 28′ di gioco Stepinski, servito a rete da Adjapong.
Una partita giocata ritmi serrati, dove gli uomini di Corini hanno sfruttato l’unica palla gol di tutta la gara. Al 52′ l’ex Romanista Jeremy Menez non sfrutta il rigore concesso ai padroni di casa, per riportare in parità le sorti della gara.
Lecce in sesta posizione a quota 29 punti mentre la Reggina rimane nella zona calda della classifica a 17 punti

Pescara 0-2 Cremonese

Buono il debutto di Fabio Pecchia sulla panchina della Cremonese, che vince all’ Adriatico per 2 reti a zero . Vittoria che si concretizza nella ripresa, dopo un primo tempo giocato su ritmi molto blandi, dove l’unica palla gol è stata creata dalla Cremonese, al 43′ da Valzania. Nel secondo tempo, Ciofani sale in cattedra, prima con una conclusione di tacco, salvata da Valdifiori, ma al 61′ sempre Ciofani, sigla il vantaggio servito da Valeri. Raddoppio dopo 5 minuti  cross teso a mezza altezza di Zortea e deviazione di Jaroszynski nella propria porta. Cremonese a quota 18, Pescara che resta fermo a 16. 

Monza 2 -2 Cosenza

Il Monza che sembrava aver trovato la strada delle vittorie, si ferma sul pareggio contro il Cosenza, Il Monza sembra partito con il piede giusto e nei primi 30″ di gioco inforca la porta dei Lupi per ben due volte, ma chi fà in grande poi disfa più velocemente e un autogol di Gabriel paletta e un gol di Luca Tremolada siglano la rimonta della squadra, ancora assente Mario Balotelli che i rumors dei soliti noti indicano già in fase di screzi con allenatore e dirigenza, si ferma qui il ritorno di supermario?

Foto by Daniele

Ascoli 0 – 1 Cittadella

Il Cittadella passa di misura l’Ascoli con la rete di Tavernelli al 34′ della ripresa, dove una partita combattuta da entrambi le parti mostra del bel gioco e della tenacia che scorre sul prato verde. L’Ascoli è particolarmente in forma ma alla fine è la squadra Granata a portare a casa i 3 punti importantissimi per la classifica.

Empoli-Salernitana 5-0

In uno dei big match in vetta alla classifica i toscani disintegrano le certezze dei campani con una vittoria schiacciante, già nel primo tempo avviene la gran parte degli avvenimenti della gara, si va infatti all’intervallo con quattro gol dei padroni di casa, Ricci, Stulac, Mancuso e Parisi chiudono di fatto subito la partita, poi nella ripresa, a pochi minuti dal termine l’attaccante di proprietà della Juventus, Oliviero chiude la cinquina.

Spal-Reggiana 2-0

La Spal si aggiudica il derby emiliano contro la Reggiana, la sblocca il figlio d’arte Valoti quasi allo scadere del primo tempo, a dieci minuti dal termine l’ex Roma, e Atalanta, D’Alessandro la chiude definitivamente.

Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
Continua A Leggere

Calcio

Inter batte la Roma 3-1

Avatar

Pubblicata

su

L’Inter Campione d’Italia, supera la formazione di Fonseca per 3-1, si complica la corsa per la Conference League

TABELLINO E MARCATORI

INTER (3-5-2): Radu 6,5 ; Skriniar 6, Ranocchia 6, D’Ambrosio 6; Darmian 5,5 (77′ Young), Barella 6, Brozovic 6,5 , Vecino  6,5(59′ Sensi), Perisic 6 (59′ Hakimi); Lukaku 7 , Sanchez 6,5 (35′ Lautaro Martinez; 77′ Pinamonti). All. Conte

ROMA (4-2-3-1): Fuzato 5,5; Karsdorp 6 (88′ Bruno Peres), Mancini 6 , Kumbulla 6,5, Santon 6; Darboe 6 (88′ Carles Perez), Cristante 6,5 (76′ Villar); Pedro 6 (46′ El Shaarawy), Pellegrini 6, Mkhitaryan 6,5; Dzeko 6,5. All. Fonseca

Ammoniti: Darboe (R), Santon (R), Kumbulla (R)

Marcatori : 11′ Brozovic (I), 20′ Vecino (I), 31′ Mkhitaryan (R), 90′ Lukaku (I)

San Siro teatro di una partita molto divertente, dove l’Inter conquista la 15esima vittoria casalinga, mettendo in crisi la Roma per la corsa Europea.

Anche se la Roma parte bene, il vantaggio al minuto 11’ è di fattura nerazzurra, Sanchez appoggia per Darmian, che si allunga a trova Brozovic che supera Fuzato.

La Roma cerca il pari, però al 20esimo Vecino, servito da Romero Lukaku, trova la palla del 2-0.

Al 31’ Mkhitaryan accorcia le distanze, Dzeko lo serve al bacio e l’armeno spacca in 2 la difesa interista.

L’inter però controlla la gara e nel finale trova anche il terzo sussulto con Romero Lukaku, dopo l’involata di Hakimi che serve agilmente il belga, gol numero 22 in campionato

Continua A Leggere

Calcio

Torino-Milan, quando il diavolo veste Seven!

Alemanno Luca

Pubblicata

su

No, questa volta la Roma non c’entra nulla ed il risultato tennistico arriva direttamente da Torino dove il Milan umilia anche i cugini dei bianconeri nell’impresa all’Allianz Stadium. Nella 36a giornata di Serie A il Milan rifila sul campo granata, 7 granate che valgono quasi la Champions League ed il risultato resterà nella storia.

Nel primo tempo in 5 minuti ci pensano Theo e Kessie a terminare la prima frazione di gioco per 2 reti a 0. Nella ripresa si aprono le danze della mattanza al Toro: Diaz, ancora Theo ed una tripletta di Rebic tuonano contro un Cairo che ora resta a 4 punti sopra il Benevento in una zona di salvezza ma non ancora solida ( da recuperare anche il match contro la Lazio )

TORINO: Sirigu, Bremer, Lyanco, Buongiorno, Singo, Baselli (56′ Rincon), Mandragora, Linetty (56′ Verdi), Rodriguez (56′ Ansaldi), Zaza, Bonazzoli. 

A disp.: Sava, Ujkani, Ansaldi, Lukic, Belotti, Sanabria, Verdi Vojvoda, Rincon. All.: Nicola.

MILAN: G. Donnarumma, Calabria, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez (70′ Dalot), Bennacer (46′ Meite), Kessie, Castillejo, Diaz (63′ Krunic), Calhanoglu (70′ Leao), Rebic (80′ Mandzukic). 

A disp.: A. Donnarumma, Tatarusanu, Gabbia, Kalulu, Romagnoli, Hauge, Maldini. All.: Pioli. 

RETI: 19′, 62′ Theo Hernandez, 26′ Kessie, 60′ Brahim Diaz, 62′, 72, 79′ Rebic

ARBITRO: Marco Guida di Torre Annunziata

AMMONITI: Baselli (T), Linetty (T) – Bennacer (M)

Continua A Leggere

Calcio

Lazio-Parma, Immobile salva l’Europa Zone

Alemanno Luca

Pubblicata

su

Lazio-Parma è stata una partita priva di emozioni peggio che guardare un acquario con 2 pesci rossi per 95 minuti di gioco e qualche spavento sia da una parte che dall’altra.

I biancocelesti partono bene con una rosa del tutto rivoluzionata e con molte seconde scelte più un Muriqi in vacanza romana. Una traversa di Luis Alberto è stata l’occasione più emozionante del comparto biancoceleste mentre 2 sono i legni dei crociati nel secondo tempo tra i quali uno interno con Strakosha spiazzato ed il secondo su una grande parata del portiere albanese che evita il tracollo di una formazione in balia del catenaccio di D’Aversa.

La 36a giornata di Serie A termina con 3 punti per la banda di Inzaghi che lasciano ancora aperto uno spiraglio per la Champions League con tutte le altre che vincono in alto ma con una matematica che non ha ancora condannato i biancocelesti. Ci pensa Ciro Immobile al 95imo minuto di gioco a siglare la rete della vittoria con un’azione agevolata da più rimpalli nella difesa a 11 ospite.

LAZIO-PARMA 1-0

Marcatore: 90’+5′ Immobile

LAZIO (3-5-2) – Strakosha; Patric (79′ Caicedo), Acerbi, Radu (57′ Luiz Felipe); Lazzari, Parolo (73′ Akpa Akpro), Cataldi (57′ Escalante), Luis Alberto, Fares; Immobile, Muriqi (57′ Correa)

A disp.: Reina, Alia, Marusic, Lulic

All.: Simone Inzaghi

PARMA (5-3-2) – Sepe; Busi, Dierckx, Bani (84′ Osorio), Valenti, Gagliolo (62′ Laurini); Sohm (84′ Grassi), Hernani, Kurtic; Brunetta (83′ Traore), Pellè (73′ Cornelius)

A disp.: Colombi, Rinaldi, Alves, Balogh, Zagaritis, Camara

All.: Roberto D’Aversa

Arbitro: Federico Dionisi (sez. L’Aquila)

Assistenti: Sechi – Avalos 

IV uomo: Giua

V.A.R.: Piccinini 

A.V.A.R.Passeri

NOTE. Ammoniti: 10′ Brunetta (P), 92’+2′ Hernani (P)

Recupero: 2′ pt, 5′ st

Serie A TIM 2020-2021 | 36ª giornata

Mercoledì 12 maggio 2021, ore 20:45

Stadio Olimpico di Roma 

Continua A Leggere

Post In Tendenza